Utente 273XXX
salve,chiedo cortesemente un consiglio per mia figlia,pianista professionista con un problema al legamento retinacolare della mano 3 dito dovuto a trauma ;.ha eseguito una RMN che ha riportato il seguente esito:non si rilevano evidenti alterazioni morfostrutturali o di segnale a carico dei segmenti scheletrici esaminati.regolari i rapporti articolari.assenza di versamento intraarticolare od a carico delle guaine tendinee.si segnala modica lussazione in sensoradiale del tendine estensore del terzo dito in corrispondenza della puleggia metacarpo-falangea in relazione a lesione di legamento retinacolare ulnare.Faccio presente che mia figlia nonostante cio riesce a suonare.Deve operarsi?com è il decorso post operatorio?tempèi di ripresa?Puo essere utile la terapia ONDE D URTO? grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

non ci ha detto a quando risale il trauma in questione.

La flesso-estensione del dito è normale o ci sono limitazioni ?

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
il trauma risale al 12 giugno 2013,la flessione in articolazione al pianoforte non causa deficit motori o di potenza,cio che è visibile all altezza della nocca del terzo dito è un piccolo rigonfiamento,non dolente alla pressione,simile e facilmende scambiabile con cisti tendinea.Chiedo ....è necessario l intervento?mia figlia puo esercitare senza rischi il proprio lavoro concertistico?mi auguro che la fisioterapia possa far qualcosa ed evitare l intervento...con i conseguenti tempi di recupero.la ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Da quello che mi dice, non mi sembra proprio sia necessario un intervento chirurgico.

Ovviamente occorrerebbe poter valutare obiettivamente se esistono lassità articolari residue o deficit di flesso- estensione del dito, al di là dell'uso della mano con il pianoforte.

[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio della rapida ed esauriente risposta.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.