Utente 266XXX
Buonasera, chiedo cortesemente un consulto.
Da metà della scorsa settimana ho iniziato a soffrire di gonfiore addominale e crampi.
Causa intensificazione, ieri sera mi sono recato al P.S. con il seguente esito: addome trattabile, viva dolorabilità in FID, blumberg neg., peristalsi valida. WBC 10.350; PCR 1,20. Mi veniva consigliato di ripresentarmi oggi per nuovo controllo.
In data odierna alla visita al P.S. risulta WBC 9.51x10^3/ul, PCR 3.07 mg/dl, globuli bianchi leggermente alzati. Dal consulto chirurgico risulta addome globoso, trattabile, dolente in fianco-fossa iliaca destra. Blumberg neg., Mc Burney neg. peristalsi valida. Mi consigliano nuovo controllo domani per valutare quadro e possibilità intervento per appendicectomia.
Al momento il dolore non è costante ma discontinuo,non risponde ai fans; leggermente al buscopan.
Per completezza aggiungo che soffro di colon irritabile.
E' possibile che si tratti di appendicite dopo tutti questi giorni? cosa mi consigliate? Una ecografia può essere utile?
In attesa di Vs cortese risposta Vi ringrazio
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, un attacco appendicolare non è sempre uguale, la clinica è la prima cosa da tenere in considerazione, poi il fatto che i globuli bianchi siano scesi rispetto a ieri può essere un fatto positivo. L'ecografia potrebbe darci qualche elemento in più, ma ripeto, fondamentalmente quello che orienta lo specialista sono il tipo di dolore, la febbre, i disturbi della canalizzazione intestinale.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la sua cortese e celere risposta.
La mia richiesta nasce dallo scoramento e dall' incertezza derivanti dal fatto che si parla già di intervento in assenza di chiari sintomi. Lo stesso chirurgo mi ha riferito che il quadro non è chiaro nel senso dell'appendicite (assenza segni, tipo di dolore), ma non ha inteso dare corso al suggerimento del collega di P.S. di procedere con l'eco addome.
Mi è stato riferito dal medico che lo stesso valore rialzato di PCR potrebbe essere dovuto ad un'infiammazione o infezione intestinale.
Faccio male a prendere per la sintomatologia del Buscopan che mi dà lieve sollievo?



[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Se l'orientamento è sempre più per una problematica gastroenterologica può prendere l'antispastico, diversamente no.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, vi aggiorno sulla situazione.
A seguito di ecografia addominale, non si è riscontrata flogosi dell'appendice; diversamente è stata rilevato un ispessimento dell'ultima ansa dell'ileo (circa 8mm; tristratificazione) per 5/7 cm. Conclusione sospetta M.I.C.I (forma di Crohn). Il gastroenterologo ha prescritto colonscopia urgente ed esami sangue (calpropectina, parassitologico, transaminasi, ASCA, ANCA, quantiferon...).
Il mio dubbio è il seguente: l'anno scorso, per lievi algie addominali risoltesi con probiotico, avevo effettuato SOF 3 campioni negativo, calpropectina assente, esame feci nella norma, indici infiammatori nella norma, eco addome nella norma. Diagnosi colon irritabile. E' possibile che ora la situazione sia così precipitata? La calpropectina non avrebbe dovuto essere quantomeno alzata in presenza del morbo di crohn?
Vi ringrazio
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La calpropectina é un esame che se positivo con una situazione clinica sospetta, avvalora quel sospetto. In caso di negatività, ma in presenza di una clinica sospetta non esclude assolutamente la presenza di una mici. Direi a questo punto che la problematica è di competenza gastroenterologica, come le avevo già accennato, quindi si faccia seguire da un buon specialista e vedrà che riuscirà a tenere sotto controllo i suoi disturbi.
Saluti.
[#6] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, Vi aggiorno sulla situazione per un Vs consulto sull'esito della colonscopia ed ileoscopia retrogada. "Discreta pulizia intestinale: Transito fino al cieco ed ultimi 15 cm dell'ileo terminale.
L'ileo distale appare lievemente granuloso come di norma e senza ulcero-erosioni (B 1).
La zona peri-appendicolare (per un tratto circolare di circa 1,5-2 cm di diametro) presenta un aspetto congesto, edematoso e duro al contatto con la pinza (B 2).
Il cieco presenta numerose sparse microrilevatezze discoidi lievemente arrossate (B 3).
Vengono anche eseguite biopsie random (per la ricerca istologica delle cosiddette coliti microscopiche e di IBD istologiche) a livello di una mucosa apparentemente indenne del colon destro (B 4), del colon sinistro (B 5) e del retto (B 6)".
Vi chiedo delucidazioni sull'esito dell'esame.
Vi ringrazio
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Esiste una situazione infiammatoria come da colite non ben definita, sulla quale sarà l'esame istologico a darle una risposta valida.
Saluti.
[#8] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la sua cortese risposta.
Deduco che la mia problematica ora sia di mera competenza gastroenterologica. Il riferimento alla zona periaapendicolare mi aveva indotto a riscriverle.
Buona serata
[#9] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Deduce bene.
Saluti.
[#10] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,
desidero aggiornarla.
Il medico di famiglia mi ha detto che non è da escludersi l'ipotesi dell'appendicite, anche perchè all'eco non era del tutto visibile in quanto cecale.
La terapia prescrittami per il sospetto Crohn ,in attesa della diagnosi definitiva (ciproxin 500 mg 2 die), secondo il medico potrebbe aver "raffreddato" l'appendice. Sospesa la terapia antibiotica bisognerà rivalutare l'intervento.
Ora io le chiedo se è plausibile tale ricostruzione e se corro dei rischi durante l'assunzione dell'antibiotico di eventuale peggioramento del quadro infiammatorio (peritonite?).
La ringrazio
Cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
No, segua pure le indicazioni del medico che l'ha visitata.
Saluti.
[#12] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la cortese risposta.
Le confesso che avere questa "spada di Damocle" dell'ipotetica appendicite non dà molta serenità.
Buona domenica
[#13] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Stia serena, perchè nella remota ipotesi che si sia trattato di un'appendicite, non tutte si risolvono necessariamente con l'intervento per fortuna.
Saluti.
[#14] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Egregio dottore desidero aggiornarla sugli sviluppi.
Come potrà vedere dal consulto postato in gastroenterologia, ho avuto l'esito della biopsia.
Per quanto concerne l'appendicopatia, sono stati sospesi gli antibiotici, da due giorni ho ripreso un'alimentazione pressochè normale salvo esclusione latte e sto abbastanza bene.
La ringrazio per i chiarimenti che mi ha dato nella fase acuta.
Cordiali saluti
[#15] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Grazie a lei ed auguri.