Utente 319XXX
Buonasera a tutti i medici,
con la presente vi espongo il mio problema.
l'angolazione del mio pene alla base è a circa metà tra la retta parallela al pavimento e l'addome, punta verso l'alto quindi e poi curva tutto leggermente verso il basso, come una banana, rimanendo sempre tra la parallela al pavimento e l'addome.
non ho mai avuto problemi durante la penetrazione, forse dritto sarebbe un pò piu "comodo"; le ragazze con cui sono stato non hanno mai lamentato problemi o insoddisfazione anzi provano piacere solo che non riescono a raggiungere l'orgasmo con la sola penetrazione durante il rapporto.
la cosa mi crea qualche disagio e volevo chiedere se ciò potrebbe dipendere dal mio pene o da un fattore anatomico e psicologico della partner.
leggo che di solito il problema è quando non si riesce ad avere rapporti o si prova dolore, che alcune donne raggiungono comunque l'orgasmo ma la cosa mi crea comunque disagio e ho intenzione di fare una visita andrologica.
ringrazio anticipatamente per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
ottima l'idea di farsi vedere da collega in carne e ossa.
per il resto consideri che non tutte le donne riescono a raggiungere l'orgasmo durante la penetrazione.
una leggera curvatura del pene rientra nella normale variabilità e, di solito non crea problemi ma sarà lo specialista a dirimere i suoi dubbi dopo la visita.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

con una certa frequenza il pene può avere delle malformazioni evolutive che determinano un incurvamento, molto variabile. prevalentemente in senso ventrale, verso sinistra, dorsale o verso destra. Di per se' un incurvamento non impedisce un rapporto penetrativo ma in qualche caso molto accentuato lo può rendere complesso, specie con donne giovani che non hanno partorito e che hanno una vagina poco capiente ed "accogliente".
Il "disagio estetico" è molto personale. Ai miei pazienti dico sempre che , in genere, il pene è l'ultima parte del corpo che una donna viene a vedere e che una donna non percepisce sensazioni diverse se penetrata da un pene assolutamente diritto o curvo.
Poi esiste il problema estetico di sentirsi a disagio nel mostrare un pene curvo ad una donna che ancora non conosce il tuo corpo.
Ai miei pazienti faccio l'analogia del naso" aquilino" o delle orecchie "a sventola" con i quali si può diventare grandi, famosi ed avere molte donne senza alcun problema
Si faccia vedere da uno specialista che possa testare direttamente l'entità della curvatura e con il quale prendere la corretta decisione
Stia attento che esistono famosi andrologi che propongono correzioni chirurgiche (chiaramente a ricco pagamento) anche a modestissimi incurvamenti, qualche volta quasi non apparenti
cari saluti