Utente 319XXX
Salve, sono un ragazzo di 32 anni, da sempre soffro di eiaculazione ritardata, in rete mi sono informato, le origini possono essere sia fisiche che psicologiche, escludendo la prima, perchè non ho problemi a raggiungere l'orgasmo con la masturbazione, rimane quello psicologico, giustamente le cause possono essere tante, e il consiglio che probabilmente mi darete, sarà quello di consultare un sessuologo e magari per sicurezza un andrologo.
Ma la mia domanda è: ma come diamine è possibile? a me le donne piacciono tantissimo, possibile che non riesco ad avere un rapporto sessuale normale, con tutte le donne che sono stato, sul loro volto si leggeva l'avvilimento, per il fatto che non riuscivano a farmi venire, e salta salta alla fine mi scoccio sia io che lei, con relativo ammosciamento delle parti basse (perdonate il mio termine non propriamente scientifico), sono anche arrivato a pensare che magari sono gay, visto qualche filmetto relativo in rete, e posso confermare con assoluta certezza che non lo sono, ho provato a scavare nella mia infanzia, ma non ho mai ricevuto violenze o traumi riconducibili a tale fenomeno, anzi al contrario ho vissuto un infanzia felice fortunatamente.
Forse ho paura delle donne ho pensato, ma paura d'è chè?, magari sono un pò timido lo ammetto, ma dalla timidezza ad arrivare alla paura lo ritengo esagerato per quanto mi riguarda.
Naturalmente questo problema mi porta ad evitare un rapporto di coppia, in passato sono stato fidanzato, ma affrontare questo problema con la ragazza di turno non è di certo una bella cosa, quindi sono anni che non mi impegno in un rapporto di coppia duraturo, e prediligo rapporti occasionali, a volte anche con professioniste del settore, tanto le vedi una volta magari due e poi chi li rivede più.
Sarò forse un egoista ma avrei preferito di gran lunga soffrire di eiaculazione precoce, quattro colpi e buona notte al secchio, infatti sono fermamente convinto che la donna ci rimarrebbe meno male, a me ragazze sono arrivate a dirmi in faccia, "ma per caso sono io che non ti piaccio?", insomma è una situazione abbastanza frustrante, grazie dell'attenzione, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

per affrontare il suo problema sessuale bisogna ora, dopo avere sentito eventualmente il suo medico di fiducia, consultare in diretta anche un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su questa particolare disfunzione sessuale e comprendere alcune cause capaci di scatenarla, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/228-rapporto-tarda-finire-impotenza-eiaculatoria-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,non si confonda le idee ulteriormente...le assicuro che,per una coppia,la eiaculazione precoce è un dramma...Inaspettatamente,Le consiglio di consultare un andrologo per porre una diagnosi di primo livello,obiettiva e riproducibile,che escluda problemi locali e generali ed indaghi sullo stile di vita e sull'anamnesi remota.Solo successivamente,sempre sotto la guida i un esperto andrologo,consulterei,eventualmente,uno psicosessuologo.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Dottori vi ringrazio per la risposta, beh.., effettivamente leggendo l'articolo, adesso sono ancora più preoccupato, addirittura il diabete potrebbe essere la causa, correrò al più presto da un andrologo, cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...sarebbe paradossale se venisse a sapere di essere diabetico per una eiaculazione ritardata presente solo in rapporti coitali...Cordialità.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coraggio, senta il suo andrologo di riferimento, faccia le valutazioni del caso e poi ci riaggiorni, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.