Utente 313XXX
Salve dottori, sono un ragazzo di 20 anni e vi scrivo da Roma, da quando ne ho 14 accuso problemi al mio pene che ancora non sono riuscito a risolvere.

A 14 anni chiacchierando con altri miei coetanei su argomenti sessuali mi accorsi che il mio pene non era normale, infatti non sono mai riuscito a scoprire completamente il glande in stato d'erezione e fino ad allora non credevo fosse un problema, avevo paura di fare la circoncisione e cosi non affrontai subito il problema, ma con il passare del tempo mi sono reso conto che dovevo farla per forza per non rischiare di restare vergine oltre l'adolescenza cosi mi decisi di farmi visitare ma da qui in poi sembra che ogni cosa mi sia remata contro. Mi sono fatto visitare da tre medici diversi e ognuno di essi mi ha detto cose diverse lasciandomi molto confuso, il primo diceva che avevo una subfimosi e che molte persone vanno avanti cosi senza problemi, il secondo sosteneva fermamente la circoncisione, il terzo mi assegna una terapia di un mese in cui dovevo lavarmi con il detergente 'saugella' ed applicare della crema per le mani per ammorbidire... nessun risultato e ancora piu confuso, questo è il motivo per cui ancora non ho risolto il problema... ma mi ero ormai deciso a fare la circoncisione, se non altro almeno toglievo il problema e ciao, ma ecco che spunta in questo periodo un nuovo problema, molto piu grande;
Un giorno mi accorgo che il mio pene era leggermente incurvato verso sinistra, ma pensavo fosse un impressione mia e che era normale avero leggermente 'storto', anche perche al tatto non avevo difficola a spostarlo il tutte le direzioni, ma ha cominciato a curvarsi sempre di piu fino a quando ho cominciato a sentire piccoli dolori nella zona e anche al tatto qualcosa che non andava; alla base del pene sul lato sinistro sentivo che il muscolo si irrigidiva sempre di piu, il pene spontaneamente pendeva a sinistra, dopo una masturbazione si restringeva alla base, ad oggi alla base a sinistra sento come se ci fosse un nodo che impedisce la totale estensione del muscolo e da costantemente fastidio, l'erezione a volte non normale, non riuscivo a capire cosa cavolo stava succedendo e perche. Dopo varie ricerche finalmente penso di sapere cosa ho, credo di essere affetto dalla sindrome di peyronie, i sintomi corrispondono tutti... gia la fimosi o quello che era mi ha dato per anni un 'blocco psicologico' che mi ha impedito di divertirmi come normalmente un adolescente fa, ora scopro anche di avere una sindrome che capita a 1 uomo su 100, quante possibilità ci sono di contrarre sia la fimosi che la sindrome di peyronie?? So che questa sindorme si cura con un intervento che comporta l'accorciamento del pene, non esiste una cura farmacologica o comunque senza l'intervento chirurgico che sia efficace? avevo sentito di una nuova cura tramite laser... vi chiedo aiuto, ho serie difficoltà nell'affrontare la vita di ogni giorni per via di questi problemi....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Igino Intermite
24% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
L'incurvamento penieno è una condizione che va valutata dallo specialista mediante un esame obiettivo ed eventualmente con la esecuzione di una ecografia doppler del pene. Queste procedure valutano la presenza di placche e l'entità della deformazione. Se dovesse essere appurata questa condizione, allora biognrà decidere cosa fare. Per quanto riguardsa la fimosi, il tutto si riduce ad una sola questione, ovvero se durante l'erezione ha dolore.