Utente 304XXX
Buongiorno cari dottori vorrei rivolgervi un consulto da ipocondriaco.2 mesi fa dopo un rapporto sessuale protetto da preservativo, il quale s'è rotto verso fine rapporto esponendomi al contatto diretto per non più di un minuto, sono iniziati i miei fastidi. dopo 2 settimane nausea febbricola vomito e bruciore forte dopo la minzione con molto prurito e rossore e eruzioni cutanee. Premetto che soffro d'ansia da 2 anni e disturbi di somatizzazione. mi sono recato a fare i seguenti esami il 26 agosto
URINE
ESAME FISICO :
Aspetto : LIMPIDO
Colore : PAGLIERINO
Peso Specifico : 1.030 (1.015-1.030)
ESAME CHIMICO :
pH : 6,0 (5 - 7)
Proteine : ASSENTI
Glucosio : ASSENTE
Corpi Chetonici : ASSENTI
Bilirubina : ASSENTE
Emoglobina : ASSENTE
Nitriti : ASSENTI
Urobilinogeno : 0,2 mg/dl (0.2 - 1)
Leucociti : 70 Leu/mcl
ESAME MICROSCOPICO : MOLTI LEUCOCITI
MOLTE CELLULE DI SFALDAMENTO

EMOCROMO
GLOBULI BIANCHI : 5.320 mm3 (4.000-11.000)
GLOBULI ROSSI : 4.760.000 mm3 (4.4-6.0 10e6)
EMOGLOBINA : 14,6 g/dl (12.0 - 18.0)
EMATOCRITO : 42,1 % (42.0 - 54.0)
MCV (Volume Corpusc. Medio) : 88 micron^3 (80 - 95)
MCH (Emoglob. Corpusc. Media) : 31 millimicron (26 - 36)
MCHC (Emoglob. Corpusc. Conc.): 35 % (32 - 38)
GRANULOCITI NEUTROFILI : 66,9 % (40.0 - 74.0)
GRANULOCITI EOSINOFILI : 5,1 % (0.0 - 8.0)
GRANULOCITI BASOFILI : 0,4 % (0.0 - 2.0)
LINFOCITI : 20,1 % (20.0 - 45.0)
MONOCITI : 7,5 % (3.0 - 11.0)
ELEMENTI IMMATURI : ASSENTI
PIASTRINE : 174 mila/mm3 (130 - 400)
GLICEMIA : 98 mg/dl (60 - 110)
COLESTEROLO TOTALE : 172 mg/dl (120 - 200)
COLESTEROLO HDL : 52 mg/dl (35 - 55)
TRIGLICERIDI : 129 mg/dl (Fino a 160)
CREATININEMIA : 1,1 mg/dl (0.7 - 1.4)
GOT (AST) : 21 U/l (fino a 40)
GPT (ALT) : 16 U/l (fino a 40)
TPHA : NEGATIVO (NEGATIVO)
Ab- Anti HCV : ASSENTI (ASSENTI)
Ab- Anti HIV (AbAg-IV gen.) : ASSENTI (ASSENTI)
ELETTROFORESI PROTEICA
Albumina 62,4 % (52,0-68,0) 4,62 g/dL (3,12-5,64)
Alfa1 2,1 % ( 1,5- 4,5) 0,16 g/dL (0,09-0,37)
Alfa2 10,0 % ( 6,5-13,5) 0,74 g/dL (0,39-1,12)
Beta 11,4 % ( 8,0-15,0) 0,84 g/dL (0,48-1,25)
Gamma 14,1 % (10,5-20,5) 1,04 g/dL (0,63-1,70)
Rapporto A/G 1,66 (0.80 - 1.90)
Proteine Tot. 7,4 g/dL ( 6,0- 8,3)

dopo 50 giorni dal rapporto, per precisare. il 4 settembre ho fatto i seguenti:
EBV VCA IgM NEGATIVO: 0,05 negativo
EBV VCA IgG POSITIVO: 2,7 positivo
Ab-HIV 1-2 con reat.di 4°gener. NEGATIVO
Reazione V.D.R.L. NEGATIVA
Ab-Cytomegalovirus (IgG) NEGATIVO
Ab-Cytomegalovirus(IgM) NEGATIVO
HCV test NEGATIVO
Ho intrapreso lunedì 2/09 una cura con ciproxin 500 2 volte al dì per 6 giorni sotto consiglio di un altro medico, che non ha fatto granchè. Lunedì farò un urocultura ma ho paura di un quadro autoimmune, lo so magari sarà infondato, ma sono molto ipocondriaco. Soffro di colon irritabile e gastrite nervosa, ultimamente presento un gonfiore persistente a sinistra dell'addome e dolori addominali diffusi. Presento rigidità del collo con fitte a volte ai lati dello stesso.

Non so più cosa fare! Grazie per l''attenzione!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
la presenza di leucociti in un campione di urine concentrate, peraltro senza notizie sulle modalità di raccolta, di per sé non significa nulla.
Gli esami ematochimici che ha trascritto sono normali.
Mi limiterei a chiedermi se quanto riferito («nausea febbricola vomito e bruciore forte dopo la minzione con molto prurito e rossore e eruzioni cutanee») possa essere attribuito al problema di «ansia e [...] somatizzazione» (che sarebbe il caso di trattare adeguatamente): immagino che il Suo medico curante abbia già saputo rispondere a questo quesito.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la tempestiva risposta dottore, purtroppo ancora non ho esposto il mio caso al medico curante in quanto lo incontrerò solo mercoledì visto che l'ho cambiato da poco. La mia situazione è peggiorata 5 mesi fa, con un forte attacco di panico. Da lì ho sempre avuto (ora no per fortuna) sensazione di testa svuotata, cefalee muscolo tensive, disturbi visivi fino alla cecità parziale, quest'ultimo in conseguenza ad attacchi di panico. Ora da due mesi circa ho le papule perlacee costantemente rosse e infiammate, il bruciore che le parlavo, le eruzioni cutanee di carattere papulare con desquamazione alcune, m'è tornata l'acne sul viso, prurito ovunque, non spesso ma soprattutto la sera, ulcerine in bocca recidivanti, dimagrimento importante (6 kg in 2 mesi), dolore alle mani, senso di mancanza di forze alle braccia e un dolore strano al tendine d'achille, mai avuto prima. In aggiunta ho questo gonfiore sul lato sinistro dell'addome, a volte si sposta anche dietro la schiena, che un giorno fu talmente persistente da mandarmi al pronto soccorso dove però non è stato riscontrata nessuna anomalia, al tacco ecco. Gli acufeni ormai sono continui, come i tremori che ormai sono 1 anno che mi accompagnano.
Chiedo scusa per l'interminabile lista che giustamente è piena di sintomi così aspecifici che non aiuta di certo una diagnosi, ma la situazione sta diventando veramente insostenibile. La ringrazio per ogni eventuale risposta, tenendo conto che mercoledì comunque vedrò il mio medico che sicuramente saprà aiutarmi. Temo però si tratti di un uretrite non curata la quale sia sfociata in una sindrome di Reiter, certo non sono un medico e sicuramente non posso diagnosticarla da solo, spero solo che la cosa sia più semplice di ciò che sembra. Sa, ho solo 23 anni e vorrei trovare un rimedio a questa mia condizione che mi sta ormai molto stretta. Le domando nuovamente scusa per il papiro, ho approfittato della sua pazienza almeno per uno sfogo. La ringrazio nuovamente e in ogni caso la aggiornerò.
Saluti
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
L'ipotesi di un Reiter, a giudicare da quanto riferisce, mi pare parecchio forzata: dubito fortemente che avrà una conferma in tal senso.
Non solo descrive sintomi aspecifici, ma anche li colloca nell'ambito di un disturbo d'ansia non trascurabile. Probabilmente il problema si esaurisce lì; ad ogni modo la valutazione medica per quantificare gli elementi riferibili ad una malattia "organica" è sempre necessaria.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ancora dottore per l'aiuto, l'aggiornerò sulle eventuali indagini che il mio medico curante mi prescriverà. Intanto ho contattato uno psicologo, sicuramente mi darà giovamento. La saluto e grazie!