Utente 317XXX
buongiorno dottore,
circa sei mesi ho avuto un malore al petto e l'indurimento del bicipite del braccio sinistro.
Mi sono recato al pronto soccorso mi hanno fato un elettrocardiogramma e le analisi del sangue con esito negativo e mi hanno detto di controllare lo stomaco

ho fatto una gastroscopia e mi hanno roscontrato una gastrite nervosa un ernia iatale e un ulcra di 4mm.
ho intrapreso una cura per la gastrite ma ad oggi i dolori al petto persistono e anche l'indurmento del bicipite al braccio sinistro.

Nel frattempo ho eseguito un ecocardiogramma e un elettrocardiogramma sotto sforzo (75watt) entrambi con esito negativo.
inoltre la pressione e sempre sui 75-125 con 80-90 battiti circa.

Ieri sono andato da un neurologo per una visita e mi ha riferito che neurologicamente è tutto a posto e magari tra un pò di tempo rieffettuare un controllo al cuore.

ho letto su internet che questi sintomi sono dati anche dall'angina pectoris e mi sto preoccupando molto,

le volevo chiedere se secondo lei è possibile ed eventualmente quali esami bisona fare per una giusta diagnosi.

inoltre se non fosse secondo lei un problema cardiaco se mi poteva indicare una strada da seguire e se tra quanto tempo dovrei ricontrollare il cuore

la ringrazio fin da subito per un eventuale risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Come spesso succede quando si gira su internet alla ricerca di informazioni di medicina senza essere in grado di valutarne il significato lei ha interpretato male quanto ha letto.....
I suoi disturbi non sono quelli tipici di un'angina pectoris. Visti i risultati delle indagini già fatte, se non ha particolari fattori di rischio cardiovascolare, non farei altro...
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 317XXX

Iscritto dal 2013
Per quanto riguarda i rischi cardiovascolari penso che l'unico problema sia il fumo ma ho smesso da un mese per via anche dei problemi allo stomaco e in famiglia non abbiamo alcun precedente di malattie cardiache.

le volevo chiedere se secondo lei questi disturbi sono comunque legati allo stomaco,
se di altra natura o addirittura psicosomatici.

la ringrazio per un eventuale risposta