Utente 188XXX
salve dottori, sono un ragazzo di 29 anni, alto 1,74 e 70 kg di peso. godo di buona salute, mi nutro abbastanza bene, non fumo, non faccio uso di droghe. non ci sono mai stati casi di cardiopatie in famiglia. una settimana fa iniziai ad avere un piccolo dolore (meglio dire:fastidio) al petto, diciamo come un piccolo affanno lieve ma costante, e qualche rara volta le palpitazioni per alcuni minuti: parte sinistra solo. niente dolore o fastidio alle braccia o spalle, nè dietro. nessun dolore in nessun'altra parte del torace. nessun senso di sbandamento,nè debolezza. questo fastidio è stato costante per tutti e 7 I giorni (tutt'ora), quindi dopo 5 giorni aspettando che mi passasse da solo, mi sono un pò preoccupato e sono andato dal dottore. vivo all'estero, quindi vi traduco a parole ciò che mi è stato detto. il dottore mi ha mandato a cardiologia, dove mi hanno fatto l'elettrocardiorgramma a riposo (risultato buono, tutto nella norma,ma da segnalare un'extrasistole che secondo loro poteva essere fisiologica.infatti anche in passato il mio medico in italia mi disse lo stesso),perciò per controllare meglio mi hanno anche fatto una radiografia al torace dove tutto è risultato nella norma,sia al cuore sia ai polmoni. poi mi hanno fatto l'ecoscan (in pratica lo stesso che si fa alle donne incinte per intenderci),e il cuore è risultato tutto nella norma,anche l'aorta,tutto perfetto.poi mi hanno fatto l'elettrocardiogramma sotto sforzo (correndo sul tapis roulant), e anche qui i dottori sono rimasti soddisfatti dicendo che fosse tutto perfetto. mi hanno quindi dimesso affermando che sicuramente il fastidio non ha nulla a che fare col cuore,ma che potrebbe essere riferibile a qualche muscolo (forse dolori intercostali) nella parte sinistra del petto.non so neanch'io come questo fastidio mi sia comparso,ma è successo all'improvviso senza apparente motivo.a volte mi vengono anche le palpitazioni per alcuni minuti (come se fossi un pò affaticato), però alla luce delle analisi fatte,non so cos'altro pensare.forse non c'entra nulla, ma stavo anche pensando a qualche dolore intercostale dovuto ad una scorretta posizione sul letto o sul divano quando uso il computer (tendo a mettermi sul fianco inclinandolo verso l'alto,in modo tale da stare sdraiato e scrivere al computer).però non capisco se questo possa causare anche palpitazioni.ad ottobre tornerò in italia dove ascolterò anche il parere del cardiologo di fiducia della mia famiglia.fino ad allora mi farebbe piacere ricevere un vostro parere personale. grazie tante per la cortesia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In considerazione del tipo di fastidio descritto e di tutta la mole di esami effettuati, sembrerebbe del tutto esclusa la genesi cardiaca. In effetti l'ansia potrebbe da sola giustificare i suoi sintomi, almeno le palpitazioni e il lieve affanno.
Stia sereno, in linea di massima sembrerebbe tutto nella norma.
Saluti