Utente 527XXX
Gentili dottori,
a marzo 2007 sono stato operato per un seminoma al testicolo dx (orcheotomia dx).
Vista la necessità di effettuare radioterapia (conclusa a metà agosto), a causa di alcuni linfonodi ingrossati nel tratto addominale, io e mia moglie abbiamo pensato di congelare i gameti, data la nostra intenzione di avere a breve un figlio.
Fra qualche giorno devo effettuare l'ecografia di controllo e successivamente lo spermiogramma per vedere la "vitalità" dei miei spermatozoi.
Se tutto sarà a posto, vorremmo provare ad avere una gravidanza in maniera naturale, senza ricorrere alla fecondazione assistita.
Il mio problema è che la radioterapista ci consigliava di aspettare almeno 1 anno prima di tentare di avere un figlio (per evitare malformazioni al feto), mentre sento pareri contrastanti di medici che parlano di 2 anni, alcuni di 6 mesi. Quanto è consigliabile aspettare? E' meglio forse già ricorrere alla fecondazione assistita, onde evitare problemi? Carissimi saluti e grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, il tempo di un anno dopo la radioterapia dovrebbe essere sufficiente qualora ci siano ancora uno spermiogramma valido, faccia lo spermiogramma e sulla base di questo e dopo una visita andrologica si potrà avere un quadro più dettagliato della situazione e poi prendere una decisione
[#2] dopo  
Utente 527XXX

Iscritto dal 2007
gentile dr. Quarto,
la ringrazio infinitamente per la risposta, che mi permette di pensare con più serenità ad una eventuale paternità (naturale o assistita che sia).

Saluti e buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Sinceri auguri.
[#4] dopo  
Dr. Gabriele Antonini
40% attività
8% attualità
16% socialità
SPAGNA (ES)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
La spermatogenesi ha cicli di 90 giorni circa.. Questo significa 3 mesi.Per essere ultra sicuri 6 mesi potrebbero essere più che sufficienti
Saluti
[#5] dopo  
Utente 527XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dr. Antonini,
la ringrazio moltissimo per la sua risposta, ora ho finalmente un dato tecnico che mi ha permesso di capire il perchè dovevo attendere per una eventuale paternità! Credevo che a causa della radioterapia per un certo periodo avrei prodotto degli spermatozoi con potenziali "danni" trasmissibili al figlio. Ora finalmente mi è tutto più chiaro.

La ringrazio ancora di cuore e le auguro un buon lavoro, carissimi saluti (un ringraziamento anche al Dr. Izzo per i suoi auguri).
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
condivido il parere espresso dalla Sua Radioterapista di fiducia.
Tenga presente che gli effetti collaterali che possono essere correlabili al trattamento radioterapico vengono suddivisi in: acuti (disturbi gastrici ed enterici, questi ultimi non frequenti e legati alla sedeestensione e dosaggio del trattamento) e cronici.
Fra questi, oltre ancora quelli di tipo intestinale e la rara insorgenza di neoplasie secondarie, troviamo le turbe della fertilità. Possono definirsi infrequenti e in molti casi del tutto temporanee. Certo occorre valutare anche il rischio, valido in teoria, di danni genetici legati al trattamento. Per questo motivo si cerca di evitare il concepimento per uno o due anni.
Davvero tanti affettuosi auguri per tutto ed un cordialissimo saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Utente 527XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dr. Martino,
la ringrazio molto della risposta che mi porta ad accantonare, allora, la paternità naturale per due motivi: 1. evitare in assoluto qualsiasi danno genetico al bimbo (anche se teorico) 2. l'età, ormai "matura" di mia moglie, che non ci permette di attendere per un periodo congruo ad evitare possibili/teoriche complicazioni.

Grazie a lei e a tutti gli altri medici per avermi ulteriormente chiarito le idee, sia dal punto di vista fisico (dr. Antonini con la spiegazione sulla spermatogenesi), sia dal punto di vista "radiologico" (effetti collaterali della radioterapia).

Grazie ancora, le auguro buon lavoro e carissimi saluti!
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei è una persona intelligente oltre che saggia.
Davvero tanti affettuosi auguri per tutto ciò che Lei e la Sua compagna desiderate.
Cordialmente
Prof. Giovanni MARTINO
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
non ho capito una cosa (forse è l'età) ma lei ha degli spermatozoi crioconservati prima della radioterapia o no? Perchè se la crioconservazione è stata fatta prima del trattamento, vista la vostra età come coppia, è possibile comunque, senza perdere altro tempo prezioso, utilizzare questi spermatozoi crioconservati per un eventuale ricorso ad una tecnica di riproduzione assistita.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
:)
nella maggior parte delle nostre risposte abbiamo semplicemente preso atto di quello che Lei ci ha scritto nella Sua prima mail e cioè:

""vorremmo provare ad avere una gravidanza in maniera naturale, senza ricorrere alla fecondazione assistita""

Trovo questa scelta di coppia lecita e rispettabilissima.
Ancora un grande affettuoso augurio per tutto
Cordialmente
Prof. Giovanni MARTINO
[#11] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...c'é aria di confusione (perlomeno in me stesso).A questo punto,tanto per essere espliciti,é indispensabile sapere se lo spermiogramma (che pare sia prossimo) rilevi la presenza di spermatozoi,perché,in caso di assenza,o di grave oligospermia,l'ipotesi del Dr. Beretta mi sembra,non solo condivisibile,ma l'unica via percorribile...Cordialità.
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non vedo molta confusione...almeno in quello che Lei ha scritto:

""Fra qualche giorno devo effettuare lo spermiogramma per vedere la "vitalità" dei miei spermatozoi. Se tutto sarà a posto, vorremmo provare ad avere una gravidanza in maniera naturale, senza ricorrere alla fecondazione assistita""

Mi sembra chiarissimo. Ripeto ...scelta consapevole, lecita e rispettabile. State tranquilli con la Vostra coscienza.

Ancora davvero tanti auguri affettuosi
Prof. Giovanni MARTINO
[#13] dopo  
Utente 527XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori, per sfatare ogni dubbio confermo che la crioconservazione è avvenuta prima che io mi sottoponessi alla radioterapia.
Purtroppo e a ragione, la fecondazione assistita, come abbiamo avuto modo di percepire durante il nostro colloquio informativo presso l'Ospedale di Mestre (che ci assisterebbe per questo 'intervento'), ci è parsa, come peraltro è ovvio che sia dato l'intervento terzo (quello del medico, appunto), poco 'intima' e molto invasiva anche con riguardo a medicinali da assumere pre e post fecondazione, soprattutto nei confronti di mia moglie che, pur volendo molto un figlio, sente tale tipo di fecondazione come meccanica.
Spero che le mie considerazioni non offendano nessuno e ringrazio ancora una volta tutti voi!
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
non ha offeso nessuno si tranquillizzi. Le nostre osservazioni partono semplicemente da considerazioni di tipo clinico e cioè la vostra storia e soprattutto l'età che ci indica un ulteriore, importante e possibile ostacolo ad ottenere una gravidanza non solo "spontanea" ma anche ricorrendo ad una tecnica di fertilizzazione assistita. Certo poi le vostre considerazioni personali sull'invasività della tecnica , l'utilizzo di terapie importanti soprattutto nei confronti della partner , ecc, ecc sono tutti elementi che dovete valutare e in quest'ottica siete voi poi gli ultimi a decidere sapendo che le possibilità di una gravidanza aumentano in modo sensibile con l'utilizzo di una tecnica di riproduzione assistita. Nessun specialista andrologo o "chirurgo con master in andrologia" può obbligarvi verso una direzione o l'altra se voi non condividete questa scelta o non vi sembra la strada giusta. Un ultima osservazione infine, a proposito di radioterapia e possibilità di una gravidanza con l'utilizzo eventuale di spermatozoi presenti ora nel suo liquido seminale, è che le indicazioni finali le possono dare solo i radioterapisti che l'hanno trattata e che conoscono le esatte dosi di radiazioni somministrate durante la terapia.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org

[#15] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
condivido in tutto e per tutto le Sue osservazioni, che peraltro devo dire erano state esposte in maniera chiarissima sin dalla prima mail. Così come condivido in tutto e per tutto le indicazioni date dalla Sua Radioterapista. Nemmeno il più grande "esperto" di PMA, sia nel mondo "reale" che da un "portale" mediatico, potrebbe confutare le Vostre decisioni ed esigenze, così intime e private.
Non mi resta che farvi i migliori auguri per tutto ciò che desiderate e per tutto quello che il Signore o il Destino (fate Voi) può regalarVi in futuro.
Cordialmente
Prof. Giovanni MARTINO
[#16] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...quindi il radioterapista ha garantito che la spermatogenesi é stata conservata e/o é non "offesa" al punto tale da impedire lo spontaneo ripristino del ciclo spermio-istogenetico.Per quanto mi riguarda il figlio si cerca sempre spontaneamente,almeno in prima istanza e finchè le condizioni oggettive lo permettano.Il resto é appannaggio leggittimo ed esclusivo della coppia.Aspettiamo con ansia l'esito dello spermiogramma.Cordialità.
[#17] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
sempre secondo la mia interpretazione la Collega Radioterapista non ha "garantito" proprio niente. Ha solo detto che, visto che volete per scelta Vostra volete tentare un concepimento per via naturale, dovreste "provare" ad "aspettare" almeno 1 anno.
Niente altro.
Ancora un Caro saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#18] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ASPETTIAMO L'ESITO DELLO SPERMIOGRAMMA.CORDIALITA'.