Utente 169XXX
Gentili Dottori, vorrei avere un parere riguardo un malessere che mi affligge da diversi mesi. A marzo, dopo un periodo di particolare stress (stati di tensione in famiglia e fuori), ho cominciato ad avvertire stanchezza e affaticamento, la situazione è andata sempre più peggiorando, tanto che oggi, anche dopo una breve passeggiata di venti minuti a passo normale, mi sento affaticato ed avverto una sensazione di lieve peso al torace.Nei mesi di giugno e luglio scorsi ho fatto i seguenti esami: elettrocardiogramma normale, test da sforzo, ecocardiogramma.Gi ultimi due esami li ho ripetuti due volte, dapprima presso una clinica privata e poi presso il II Policlinico di Napoli. Secondo quanto detto dai cardiologi che li hanno effettuato, tali esami, pur presentando qualche anomalia, nel complesso sono buoni. Cercherò di riportare gli elementi più importanti: elettrocardiogramma normale (ma con la seguente dicitura:anomalie della fase di ripolarizzazione ventricolare). Test da sforzo: interrotto per esaurimento muscolare. Assenza di slivellamenti significativi del tratto ST-T al carico raggiunto. Assenza di sintomatologia anginosa. Una sola extrasistole ventricolare nel corso del test. Assenza di attività ectopica sopraventricolare. Lo stesso esame, effettuato presso il policlinico, ha evidenziato: Massimale a normale carico. Elevato profilo cronotropo e lento recupero. Tre bev in un caso in coppia durante sforzo- ST ascendente lento in inferolaterale non conclusivo. Ecocardiogr: "Rigurgiti aortico e mitralico di grado lieve.Pattern di flusso transmitralico da alterata distensibilità. Conclusioni: Sclerosi con dilatazione della radice aortica (39 mm nel tratto tubulare). Camere cardiache di normali dimensioni. Contrattilità globale e segmentaria nella norma. Funzione globale nei limiti della norma". Ho notato che, rispetto all'eco del 2010, i valori sono leggermente peggiorati ( prima la fraz di eiezione era 75, adesso è 72, prima la dilatazione della radice aortica era 36, adesso è 39), il resto è piu o meno uguale.I valori della glicemia, colesterolo e triglicer. sono tutti nella norma, anche se per diversi anni il colesterolo è stato al limite(210 o 215 il totale, le frazioni quasi sempre normali). Ho notato, da un anno, una cosa molto strana: la mia pressione, che prima era 80-130, si è abbassata a 65-70 per la minima e 110-115 per la massima, senza farmaci aggiuntivi rispetto a prima (da dieci anni prendo teraprost da 2 mg. per ipertrofia prostatica). Non so a cosa attribuire questo affaticamento, aggiungo che sono molto ansioso e che ogni volta che ho avuto periodi di stress, il cuore ne ha risentito. Potrebbe essere un inizio di insufficienza cardiaca?Ringrazio anticipatamente per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
La risposta è semplice: no.
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio infinitamente per la risposta tempestiva e puntuale. Approfitto per domandare due ultime cose:
- Se si escludono cause cardiologiche, l'origine del mio malessere potrebbe di tipo ansioso, considerato che sono ipocondriaco da quando ero adolescente ( a volte mi capita che, arrabbiandomi, ho una sensazione di mancanza di respiro)?
- Che cosa posso fare per evitare un peggioramento del rigurgito? (Non ho mai avuto malattie rumatiche delle valvole cardiache). Forse può essere dipeso da eventuali sbalzi di pressione che io ignoro?
Ringrazio di nuovo e saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Dottori, faccio seguito a questo post per precisare quanto segue: dopo uno sforzo anche leggero, ad es. salire 3 o 4 piani di scale o una passeggiata di 1/2 ora, avverto un senso di peso sul torace, in corrispondenza del cuore. Diversi anni fa ciò mi capitava, ma dopo uno sforzo molto intenso, ad es. dopo 1 ora camminata a passo veloce. Oltre gli esami che ho gia fatto, sarebbe consigliato farne altri? Ringrazio anticipatamente per la risposta.