Utente 319XXX
Salve, sono un ragazzo di quasi 20 anni, e per 5/6 anni ho usufruito molto frequentemente della pornografia online. Facendolo, non pensavo che mi sarei procurato conseguenze negative. Da quando ho rapporti reali però ho purtroppo realizzato di non ricevere da essi una stimolazione adeguata a raggiungere l'orgasmo, cosa che non avviene con la visione di materiale pornografico. Ora che ho realizzato il danno che mi sono procurato mi sono distaccato da tutto quello che si può trovare online. La mia domanda è: riuscirò, con il passare dei mesi, a recuperare una "sensibilità normale " che mi permetta di eiaculare con un qualsiasi tipo di stimolazione altrui? O questa situazione è irreversibile? Online ho riscontrato pareri discordanti... al momento riesco solo e soltanto con la auto masturbazione, e senza porno con notevoli difficoltà. Intendo rivolgermi ad un andrologo, è la scelta giusta o è un altro lo specialista a cui devo rivolgermi? Grazie dell'attenzione, cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,una volta posta una diagnosi andrologica di primo livello,credo che un inquadramento psicosessuologico sia necessario per la eficace sinergia che ne conseguirebbe.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco
52% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Gentile Ragazzo,
la invito a leggere i seguenti articoli, che potranno fornirle utili informazioni, in attesa di seguire il percorso indicato dal dott. Izzo:

http://www.medicitalia.it/fmassaro/news/1616/Il-porno-causa-disfunzioni-sessuali

http://www.medicitalia.it/minforma/38/1137/Deficit-erettile-e-mancanza-del-desiderio-quanto-e-dannosa-la-pornografia-online

Saluti.
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
mi associo alle indicazione dei Colleghi nella risposta.

Dopo avere effettuato una diagnosi andrologica, un approfondimento delle pieghe della sua sessualità...andrebbe effettuato, la risposta sessuale non può mai essere analizzata avulsa da psiche, sfera emozionale, coppia....e tantissimo altro in cui la sessualità abita

Spesso l'eiaculazione ritardata o anorgasmia, ha cause poliedriche e non sempre recenti....

Le allego qualche lettura ed un canale salute sul deficit erettivo.



http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1600-eiaculazione-ritardata-piacere-tarda-ad-arrivare.html



http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1548-sesso-rete-parte-seconda.html
[#4] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Ringrazio molto tutti i dottori che mi hanno risposto