Utente 319XXX
Salve, ho 33 anni e mi sono di recente sottoposto ad un'intervento di circoncisione per eliminare qualche scomodità derivante da un frenulo breve (prepuzio esuberante con relativi arrossamenti della pelle, pruriti, difficoltà a mantenere una corretta igiene).
L'intervento è andato molto bene e non ho mai avuto problemi post-operatori, nemmeno nei giorni immediatamente successivi, e devo dire che complessivamente sono molto contento di averlo fatto.

Dopo circa un mese dall'intervento posso dire di aver ripreso un'attività sessuale abbastanza intensa, solo che noto maggiori difficoltà ad avere e mantenere l'erezione, oltre al fatto che il pene eretto non è così "turgido" come era da non circonciso.
Ad oggi sono passati un paio di mesi ma la situazione non è sostanzialmente cambiata: intendiamoci, riesco senza problemi a gestire anche dei rapporti di lunga durata, ma la cosa non è più come da non circonciso.
Faccio soprattutto più fatica a mantenere l'erezione durante la masturbazione, che ho praticamente smesso di praticare.

E' normale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la circoncisone c' entra meno di niente con la difficoltà a mantenere l' erezione, è un coincidenza. Le cause del deficit possono essere psicogene, ormonali, circolatorie, neurologiche, metaboliche. Senta collega dal vivo per diagnosi e terapia.