Utente 320XXX
Buonasera,
Quest'anno ho scoperto di essere affetta da una delle malattie rare, connettivite indifferenziata. I medici mi hanno prescritto una cura a base di cortisone che in teoria dovrebbe curare un po' tutti i dolori che fra questi quello che mi da maggiore fastidio è l'ipersensibilita uditiva. Il cortisone è "deflan, 6mg" che ormai prendo da quasi due mesi. Alcuni dolori sono spariti, ma il problema con l'udito pemane e mi provoca sempre dei terribili mal di testa. I medici sostengono che facendo il trattamento i dolori spariranno velocemente... Ma io non ne sono molto convinta. Vorrei poter sentire normalmente e cercare per quanto possibile di fare una vita normale. Questo problema mi porta a non fare nulla dal fastidio e a rinchiudermi in casa. Lei che ne pensa ?
Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
senz'altro avrà effettuato tutti gli accertamenti del caso; ma mi chiederei comunque se l'iperacusia sia effettivamente inquadrabile nella connettivite o abbia altra origine.
Esiste senz'altro la possibilità che la terapia steroidea non abbia effetto su questo particolare aspetto e in ogni caso dopo due mesi di terapia potrebbe essere il momento di rivalutare la situazione.
Saluti,