Utente 540XXX
Buona sera,
circa un anno e mezzo fa ho fatto un piercing al labbro inferiore. Spaventata dalla paura delle infezioni/ infiammazioni ho seguito alla lettera le indicazioni date dal piercer e la guarigione non mi ha dato problemi. Tenendo il piercing classico però, dopo un po' di tempo mi si è formata una massa indolore all'interno delle labbra e il mio dottore ha detto che era un granuloma, una risposta del mio organismo all'oggetto estraneo. Essendo indolore al tatto ho provato a sostituire il piercing classico con un anellino. 3 giorni dopo non avevo più niente, ho sostituito di nuovo la barretta e il problema mi si è riproposto (in maniera molto molto meno marcata) solo sei mesi dopo e l'ho risolto rimettendo l'anellino per un paio di giorni. Posso dire che il mio piercing conviviamo in maniera educata e pacifica tra noi.
Premetto che ho una pelle strana, e che ha una cicatrizzazione estremamente lenta, e che rimarginata una ferita la pelle nuova resta comunque per diverso tempo più scura.
Mi è capitata una proposta di lavoro per cui mi si impone di togliere il piercing. Essendo solo per un periodo di 5 o 6 ore non ho avuto problemi di chiusura, ho messo un filo di trucco, stando attentissima di non andare troppo vicino al foro. Ho notato però che la pelle attorno al foro era sempre leggermente arrossata, non gonfia né "strana" solo un po' arrossata, tanto da essere evidente in assenza del gioiello.
Può esistere un rimedio? E' "colpa" della lenta rigenerazione della pelle o è una leggera infiammazione dovuta al piercing?

Vin ringrazio enormemente per il servizio che svolgete.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
se l'area eritematosa segue il profilo del gioiello direi che difficilmente lo si possa "assolvere"; ad ogni modo il solo eritema (di cui si dovrebbero comunque valutare direttamente alcuni caratteri) potrebbe anche rientrare in una "reazione" fisiologica.
Saluti,