Utente 320XXX
Salve,
a mio padre che ha 60 anni è stata diagnosticata una necrosi epifisaria all'anca dx.
La soluzione per lui, purtroppo, è soltanto chirurgica.
Il problema sorge nel fatto che mio padre è affetto da una cardiopatia dilatativa ed è portatore di defibrillatore. (la patologia è stabile)

Non è diabetico nè anemico, ha smesso di fumare da 2 anni e la sua situazione cardiaca è stabile.

questa è la situazione:

Ventricolo sx lievemente dilatato con acinesia dell'apice in toto e del setto EF 38%, radice aortica sclerotica con aorta ascendente ectasica mm37, insufficienza mitralica moderata, insufficienza aortica e truspiudale lieve. Pattern da alterato rilasciamento pericardio indenne. (questo è quanto risulta dall'ultimo ecocuore fatto in relazione a una visita di invalidità e che ripeterà presto per confermare l'intervento)



La mia domanda rivolta agli esperti è se per mio padre sia possibile effettuare l'intervento.
Che percentuale c'è di rischio?

La chirurgia è la sola strada risolutiva, rinunciarvi sarebbe a dire un peggioramento delle condizioni di vita in soggetto, comunque, giovane e vitale.

Spero che voi possiate aiutarmi. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Suo padre è , come ben sapra, gravemente ammalato di cuore.
È l intervento di artroprotesi è un intervento non indifferente.
Le consiglio di sceliere un reparto ortopedico con cardiologia e terapia intensiva contigua.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Dr Cecchini,
La ringrazio, , innanzitutto per la pronta risposta.
Dunque rischia tanto? Quanto è alta la percentuale di rischio approssimativamente?
Siamo davvero tanto preoccupati.
Lei cosa consiglierebbe? Esistono altri casi come quello di mio padre?

Intanto stiamo procedendo a compiere tuttegli accertamenti preintervento.


[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi lasci perdere le statistiche.
Casi come suompadre vengono operati ogni giorno nelle varie ortopedie italiane, anche perche di solito il paziente carsiopatico è un paziente anziano ed anche quel problema dell anca è tipico dell anziano.
Quindi le consiglio cio che le ho gia scritto
Cordialita
[#4] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Beh ... io la ringrazio immensamente. .. parlare con lei mi ha gia "tranquillizzata"...

Spero che vada tutto bene. ...

Buona giornata Dottor Cecchini e grazie ancora per aver risposto...