Utente 235XXX
Buongiorno, la scorsa settimana mi sentivo particolarmente debole (faticavo a fare le scale, a muovere le braccia) e sentivo dei fortissimi dolori alla parte alta della schiena, in modo particolare la sinistra, così mi sono recato dal medico che, visitandomi, mi ha diagnosticato una bronchite, seppur senza tosse né febbre, da curare con tre giorni di antibiotico. Al terzo giorno, l'altro ieri, i dolori alle schiena erano sempre più forti, si erano irradiati al braccio sinistro, mandibola e faticavo a respirare, ero alla continua ricerca di aria con profondi respiri. Mi sono così recata al pronto soccorso. Qui hanno riscontrato delle alterazioni nel corso dell'elettrocardiogramma che pero' hanno ritenuto di non appronfondire data la mia giovane età, tutti gli esami del sangue, prelievo arterioso incluso, e radiografie ai polmoni hanno dati esito negativo e sono stata dimessa con la diagnosi di dolore aspecifico da curare con antidolororifici. A distanza di due giorni i dolori, specialmente alla schiena, sono peggiorati, e il respiro è sempre faticoso, con dolori alla cassa toracica e spalla sempre lato sinistro. Chiedo se possibile un'indicazione su eventuali cause da appronfondire con visita specialisitica,perchè il tutto sta condizionando le mie normali giornate. Preciso di non essere affato ansiosa, semplicemente mi piace informarmi su ciò che mi accade in modo da risolvere con serenità. Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
In genere valutare dei dolori di questo tipo richiede una visita diretta, per esempio per vedere se sono scatenati o accentuati quando si toccano determinati punti.
Certo, alla sua età un infarto è improbabile, e se i dolori durano così a lungo ancora più improbabile.
Dice che le manca il respiro, ma non capisco se le manca perché respirare le accentua il dolore.
Tra le ipotesi che mi vengono in mente (considerato che ha già fatto esami che dovrebbero aver escluso un problema cardiaco o dell'aorta) c'è il dolore intercostale di origine virale. Ma anche una pericardite potrebbe dare dolori toracici (anche se di solito sono anteriori, non alla schiena). Ha provato a prendere degli anti-infiammatori?
Ha provato a riparlarne con il suo medico?
[#2] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Intanto grazie mille per la rapidità e cortesia!La fatica è proprio nel respirare, sento un forte peso al petto.Stamattina appena alzata stavo bene, poi è iniziato di colpo il mal di schiena e il dolore è continuo e in prossimità del seno sinistro. Ho anche i linfonodi del collo ingrossati e un fastidio alla gola. Domani sera mi reco dal medico perchè nonostante gli antifiammatori il dolore non passa. Grazie mille!