dita  
 
Utente 311XXX
Gentilissimi dottori avrei una domanda da porre, è fisiologico un leggero movimento dei denti? Mi spiego da qualche settimana dopo la masticazione se passo la lingua ( prima di lavare i denti) tra il primo e secondo molare di sotto sia di destra che di sinistra è come se avvertissi dei leggerissimi scatti, tipo come se mettessi il filo interdentale. Qualche scatto e poi nulla, sempre dopo la masticazione. Ovviamente non sono visibili ad occhio nudo e nemmeno sotto le dita. Ho fatto l'igiene orale tre mesi fa e una Opt da cui non è emerso nulla. Ho fatto di recente una visita presso una gnatologa a causa di un irrigidimento ai muscoli masseteri, la quale per ora mi ha prescritto un bite morbido e alcuni massaggi per distendere il muscolo. Non mi ha trovato precontatti in quanto avendo fatto ortodonzia afferma che non ho malocclusione. Questo leggerissimo scatto che avverto inserendo la lingua tra dente e dente potrebbe essere legato al normale movimento dei denti?
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prima di rispondere vorrei sapere una cosa, sono presenti delle otturazioni in questi denti? Aspetto risposta. Cordialmente la saluto
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore,
su nessuno di questi denti sono presenti otturazioni. E' come se passando la lingua tra gli spazi dei denti sentissi qualche lieve scatto, esclusivamente dopo la masticazione, durante la giornata mai.
[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
SE lei ha la sensazione di leggera mobilità dei denti (accentuata), il sospetto che viene è quello del bruxismo.
Sospetto che ritengo più concreto data la terapia che le è stata impostata e massaggi muscolari per la tensione.

Legga gli articoli sul mio sito www.malocclusione.it dedicati al bruxismo e alla terapia del bruxismo.

Se è questa la causa, è questo che va corretto.
[#4] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gentili dottori vorrei aggiornarvi sulla mia situazione e capire se sono sulla strada giusta. A distanza di un mese ho fatto svariati controlli sia con l'ortodontista che mi mise l'apparecchio quando ero piccola per farmi controllare la contenzione che porto ai denti inferiori, fissa, e con altri due dentisti i quali mi hanno rassicurato che i denti non si muovono, ho solo un problema di tartaro per cui devo ripetere l'igiene dentale più frequentemente. La mobilità a scatto che ormai avverto su tutti i denti potrebbe essere legata, secondo quello che mi hanno detto tutti alla parafunzione di serramento. Inoltre dove porto l'archetto ho come una sensazione di pressione, come se i denti fossero sottoposti a delle forze e sono sempre indolenziti, ad ogni minima pressione i denti hanno minimi spostamenti di assestamento. Quasi come se avessi pezzetti di cibo tra i denti. Una sensazione bruttissima e di continuo indolenzimento. Per il serramento, secondo suggerimento della gnatologa, ho iniziato un percorso di posturologia, stretching mandibolare, terapia del caldo e per ora bite farmaceutico, in quanto secondo lei non avendo malocclusione vorrebbe evitare il bite su misura, in quanto sembrerebbe che non sempre sia risolutivo. I miglioramenti ci sono stati ma sono minimi e se per un solo giorno salto gli esercizi ricomincia anche l'indolenzimento muscolare. La chiave di tutto potrebbe essere solo il bite su misura? O devo fare altri accertamenti? Tengo a precisare che oltre alla Opt non ho fatto altri esami se non quelli dal posturologo per avviare la terapia. Quello che davvero mi sta facendo impazzire è il continuo indolenzimento dei denti, che non smette quasi mai nemmeno con il bite, in quanto i denti inferiori nell'atto di voler chiudere con l'arcata superiore, incontra il bite che sebbene preformato non è per niente morbido.
Mi scuso per la lungaggine ma un consiglio e un incoraggiamento mi sarebbe di aiuto.
[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
stretching mandibolare, terapia del caldo e per ora bite farmaceutico, in quanto secondo lei non avendo malocclusione vorrebbe evitare il bite su misura, in quanto sembrerebbe che non sempre sia risolutivo."

Il percorso di posturologia per il bruxismo (serramento) è TOTALMENTE ININFLUENTE.

Lo stretching mandibolare può avere delle influenze positive.
Il bite da farmacia è COMPLETAMENTE INUTILE, se non DELETERIO.
Dispongo di misurazioni elettromiografiche effettuate con e senza bite da farmacia (dal nome evocativo) che dimostrano inequivocabilmente un PEGGIORAMENTO del serramento dovuto al bite.

Legga questi articoli:
www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_cause.pdf
www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_diagnosi.pdf
www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_terapia.pdf
www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1363/Bruxismo-diagnosi-e-terapia


Il bite su misura (RIGIDO) può essere una valida soluzione.
Una alternativa terapeutica può essere quella citata negli articoli sopraelencati.
Altre info qui:
www.grindcare.it
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Macrì
36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, il bite morbido o da farmacia è completamente inutile.
Dovrebbe affidarsi ad un odontoiatra con competenze gnatologiche.
Non sempre l'allineamento da trattamento ortodontico coincide con una buona occlusione, senza alcuna vena polemica nei confronti dei colleghi ortodontisti.
L'argomento è lungo e complesso: spesso in seguito a trattamento ortodontico possono insorgere precontatti occlusali, click articolari (Sindromi algico-disfunzionali dell'articolazione temporo mandibolare ) , guide incisiva e/o canina apparentemente corrette ma , a volte, non "funzionali".
Se poi lei ha anche serramento il quadro clinico risulta essere più complesso.
Le consiglierei una rivalutazione occlusale e dell'ATM ( Articolazione temporo mandibolare) , esercizi di stretching mandibolare, applicazione di un bite "non da Farmacia. Tutto ciò da uno gnatologo.

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il bruxismo nasce sempre da una causa. Sia essa psichica od occlusale. Se il primum movens è di origine occlusale, prima di fare qualsiasi cosa è opportuno esaminare accuratamente, da parte di un odontoiatra, la sua occlusione e, se presente qualche problema, porvi rimedio. Il bite antibruxismo deve essere fatto da un laboratorio odontotecnico sotto la prescrizione del medico e non comprato in farmacia. Se la contrazione muscolare è notevole, si può avvalere anche di un supporto farmacologico. Si affidi alle cure di un bravo odontoiatra, se si intende anche di gnatologia, è anche meglio.
Saluti