Utente 315XXX
Buongiorno,
agli inizi di agosto ho già scritto per un consulto in termini più psicologici circa alcuni problemi di mancata erezione o erezione non duratura con la mia nuova partner che hanno scatenato la paura dell'impotenza. Seguendo i consigli di due andrologi (senza però ricorrere a farmaci) e di uno psicologo specilizzato in sessuologia i problemi si sono risolti e non si sono più verificate defaillances degne di nota (ogni tanto capita un'erezione un pò ballerina). Tuttavia, come ho già detto nella richiesta precedente mi è rimasta una gran paura di ricaderci! Devo dire che le risposte dei Vs. psicologi sono srtate estremamente utili ma mi restano alcune domande più "mediche". Considerato che prima di questa nuova partner, ho vissuto un lungo periodo di solitudine (parliamo del periodo che va dai 37 - 38 anni fino ai 48) non ho avuto modo di sperimentare quello che credo sia la normale evoluzione della sessualità maschile legata al passare degli anni e, mi chiedo, se le mie ansietudini non derivino anche da questo. In altri termini mi farebbe piacere conoscere il vs. parere circa le aspettative che un uomo della mia età (49 anni) deve, ragionevolmente, avere in termini di risposta sessuale (intendendo desiderio sessuale, erezione, periodo refrattario, frequenza dei rapporti, etc...) e se l'eventuale utilizzo del Cialis (prescrittomi da uno dei due andrologi - dosaggio 20) sia da prendere in considerazione e se possa avere gravi effetti collaterali ( il foglio illustrativo parla addirittura di gravissimi danni alla vista!) Vi sono grato per il vostro interessamento.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sull'utilizzo del farmaco, da lei indicato, tutte le ultime segnalazioni riferite sono tranquillizzanti ed oggi viene utilizzato in uomini che hanno la sua età per migliorare anche i disturbi dello svuotamento vescicale dovuti ad una ipertrofia prostatica benigna.

Sulla sessualità in età matura si legga questi articoli, pubblicati sempre sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/212-cos-andrologia-andrologo.html,

http://www.medicitalia.it/minforma/Andrologia/229/La-menopausa-dell-uomo-esiste-l-andropausa.

Un cordiale saluto.