Utente 318XXX
Salve a tutti,gentili dottori,scrivo per un problema che,da sempre,mi affligge dal punto di vista psicologico:le dimensioni del mio Pene...premetto di avere 24 anni e di non avere esperienza di rapporti completi...probabilmente è una domanda fatta e rifatta in tutte le salse,ma volevo chiedere:un Pene di 13 cm rientra nella media?Non è un po' troppo piccolo per gli standards italiani(ho letto che la media è di 15,7 in Italia,mentre già negli Usa e' proprio di 13)?C'e' un modo sicuro per allungarlo anche solo 2-3 cm?Inoltre ad aggravare questa situazione e' intervenuto un ipertono del pavimento pelvico,che mi sta causando una discreta disfunzione erettile ed un'eiaculazione molto debole,che "cola" dal glande(erezioni mattutine e spontanee assenti,le volontarie sono molto più deboli e comunqie difficili da raggiungere),ipertono che mi porto dietro da 10 mesi e che sto curando da solo una settimana,perché fino ad adesso avevo avuto diagnosi errate di prostatite...quello che volevo chiedere su questo punto è:risolto l'ipertono,l'erezione e l'eiaculazione torneranno ai livelli di prima?Oppure potrei avere già bisogno dei vari cialis,viagra,etc?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ma chi le ha fatto tutte queste diagnosi così specifiche?

Sono autodiagnosi o lei è seguito da un esperto andrologo?

Se presente, cosa dice il suo specialista di riferimento?

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dott.Beretta,anzitutto la ringrazio per la risposta...queste diagnosi,purtroppo,non sono autodiagnosi(dico purtroppo perché da parte di un non esperto di medicina quale io sono,si può accettare tutta questa confusione per riuscire ad arrivare a dare un nome ad un disagio che una persona ha),ma diagnosi fatti da specialisti urologi,i quali:il primo mi diagnostico' per prima cosa un'uretrite,salvo,la volta successiva,cambiare la diagnosi in prostatite,il secondo confermo questa prostatite...nel frattempo,passati 10 mesi in cui ho preso antibiotici e alfalitici di ogni sorta senza risolvere un bel niente,ho deciso,la settimana scorsa, di andare da un noto professore che si occupa di questa problema (di Roma),che,per l'appunto,mi ha diagnosticato l'ipertono dei muscoli del pavimento pelvico(e penso proprio che questa volta la diagnosi sia giusta,visto che già un piccolissimo miglioramento lo ho avuto),dandomi una cura a base di miorilassanti e alcuni accorgimenti da seguire(cura che mi ha detto essere molto lunga,ma,se non altro,mi sembra di aver diminuito i fastidi urinari)...per quanto riguarda le dimensioni peniene,non ne ho parlato con il prof in questione,avendo evidentemente un problema più grave da risolvere in questo momento,ma lo farò non appena(e se) guarirò...detto questo,le sarei molto grato se potesse rispondere alle mie precedenti domande circa le dimensioni del mio Pene e la possibilità che la DE regredisca da sola al termine della malattia...la ringrazio
[#3] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Vorrei inoltre aggiungere una cosa a quanto detto,proprio in relazione alla difficoltà di diagnosi...avendo avuto parenti con problemi molto seri in quella zona,ho notato che,da parte dei medici(non mi riferisco a tutti in generale ovviamente)c'e' una grande attenzione a problemi di tumori in quelle zone(e ci mancherebbe altro,giusto così),ma non si può non considerare,liquidare o dare scarsa importanza ad un ragazzo che ha problematiche magari minori(prostatiti,ipertono del pavimento etc)ma fortemente invalidanti,liquidandolo,perche così mi è successo,con "e' una semplice infiammazione","passera' come.un raffreddore" etc...Questo semplicemente come nota mia personale....
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sul problema "dimensioni del pene" il mio pensiero lo trova già pubblicato in questo articolo sempre presente sul nostro sito che, se non lo ha ancora leggo, la invito a consultare:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html .

Un cordiale saluto.


[#5] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Quindi lei sconsiglia l'utilizzo di estensori su un pene di 13 cm?
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

io non consiglio nulla di specifico e mirato, mai, senza una attenta e completa valutazione clinica della particolare situazione anatomica, che può essere ricavata solo dopo un preciso e diretto esame obiettivo.

Ancora cordiali saluti.