Utente 705XXX
Gentili dottori,
ho 35 anni e per molto tempo non ho avuto relazioni sessuali. Da un mese circa ho una relazione che però, dal punto di vista sessuale, mi crea disagio ed ansia. Ho notato infatti che prima del rapporto il pene gocciola moltissimo; l'erezione c'è quasi sempre ma non riesco a mantenerla a lungo e spesse volte eiaculo dopo pochi secondi. Quando questo non succede comunque nel rapporto vaginale il pene non ha molta "forza". Alle volte riesco a trattenermi dall'eiaculare perché la mia partner possa essere soddisfatta, ma poi mi passa completamente ogni stimolo. Mi sento ipereccitabile ed emotivo. La mia partner nota che la desidero molto, ma non apprezza la mia estrema brevità. Cerco di farle capire che non ho molta esperienza, ma sono turbato. Vorrei capire se si tratta di un problema di ansia, di inesperienza, o un problema organico. Faccio presente che godo di buona salute, sono sportivo, non fumo. Vorrei sapere anche se la pratica della masturbazione può portare a questa situazione e quali rimedi ci sono per questo mio problema. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,certamente l'inesperienza gioca un ruolo centrale nella genesi dell'ansia da prestazione,così come la scarna vita sessuale
é responsabile dei fenomeni di ipersecrezione delle ghiandole preposte alla lubrificazione pre coitale.Infine la tendenza all'eiaculazione precoce può essere accentuata dalla probabile congestione della prostata e delle vescicole seminali che non riesce ad essere lenita dalla masturbazione,che,comunque,se vissuta con serenità e non come atto nevrotico,non crea alcun problema fisico.
Si rivolga ad un andrologo esperto che Trieste offre in abbondanza.
Cordialità
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
capisco il Suo punto di vista ed i Suoi dubbi con ansie correlate. Nulla vieta che possa trattarsi, proprio come Lei ha intuito, di una disfunzione erettile su base psicogena. Ma prima di giungere a questa conclusione è d'obbligo scartare ogni possibilità di patologie organiche associate. Non mi rimane che consigliarLe un controllo Andrologico sia clinico che eventualmente strumnentale. Ed è bene che ciò avvenmga prima di intraprendere qualsiasi terapia farmacologica. La pratica della masturbazione non ha controindicazioni organiche, ma dic erto implica correlazioni psicologiche che potrebbero accentuare il problema eiaculatorio in atto.
Mi tenga ancora informato se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del Suo disturbo ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 705XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per la cordialità e la prontezza nelle risposte. Farò un controllo andrologico come mi avete consigliato.
Saluti.
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
saggia decisione. Attendiamo di conoscerne l'esito, se vorrà comunicarcelo.
Ancora affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 705XXX

Iscritto dal 2008
Sono stato dall'andrologo. Dopo una visita, non avendo constatato nulla di organico, mi ha prescritto Daparox, mezza compressa. Probabilmente ha intuito che sono un po' ansioso. Ho letto con attenzione il foglietto illustrativo e devo dire che la mia preoccupazione è aumentata. In primo luogo per la dipendenza che può creare, poi per i possibili effetti collaterali (tra i quali, come effetto comune è segnalata la mancanza di orgasmo...). Poi mi chiedo: questa cosa sarà risolutiva? Dovrò andare avanti a prendere sempre questa medicina? Inoltre, poichè ho avuto episodi di depressione non vorrei che questo farmaco influenzasse negativamente il mio umore.
Il medico me l'ha prescritta senza nessuna preoccupazione. Vorrei qualche ulteriore consiglio. Ringrazio chi mi vorrà aiutare.
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ma di psicoterapia sessuologica il Collega non Le ha nemmeno accennato?
Mi fa sapere?
Cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Utente 705XXX

Iscritto dal 2008
No, il medico non mi ha parlato di psicoterapia sessuologica, nemmeno un accenno. Mi ha fatto una visita, ha detto che è tutto a posto e mi ha prescritto questo farmaco. Inoltre mi ha detto che se volevo, potevo fare una prova del sangue e controllare certi valori, ma questo non era urgente.
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
e quindi, se ho capito bene, Lei dovrà assumere questo farmaco per i prossimi 70 anni?
No, non condivido l'approccio terapeutico del Collega.
Forse sarebbe opportuno un ulteriore controllo specialistico?
Mi tenga ancora informato se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO