Utente 320XXX
Buonasera...comincio dall'inizio: ottobre 2012 visita cardiologica con elettrocardiogramma con risultato positivo per ventricolo sx - mi viene prescritto il test sotto sforzo che per vari motivi riesco a fare soltanto il 28 agosto 2013 risultato positivo test interrotto in meno di 6 min per cedimento muscolare (diagnosi angina).
Prima di proseguire devo dire che quanto mi è accaduto durante il test ossia: affaticamento , mancanza di respiro e senso di oppressione al petto (per lo più lato sx o centrale) palpitazioni mi succedeva e mi succede ancora ogni volta che faccio appunto uno sforzo (salite , camminata veloce oppure spostamento pesi) .
In data 18/09 vengo sottoposta a coronarografia...esito: NEGATIVO ... coronarie pulite! Nelle note viene specificato che il test sotto sforzo è giudicato positivo per "Ischemia Inducibile"
Non mi è stato prescritto nulla ne consigliati ulteriori esami.
I sintomi permangono e alle volte quel senso di peso al petto di estende anche alle spalle , a volte è un dolore pungente di pochi secondi e a volte appunto soltanto senso di oppressione che però non cessa finchè non riprendo fiato.
Gli stessi sintomi o disturbi che siano ricordo di averli da almeno un anno , inizialmente più rari ma col tempo sempre più presenti.
Ora vorrei capire : se la coronarografia è negativa significa che non può esserci alcun problema cardiaco? Quindi neppure l'angina è mi esistita?! E cosa significa esattamente "ischemia inducibile?"
Il mio medico di base è perplessa quanto me ma mi sconsiglia di rifare l'iter cardiologico in tempi brevi in quanto i risultati potrebbero essere alterati da agitazione o emotività legata allo stress del dubbio.
Voi cosa mi consigliate?!
Un grazie di ..."cuore" e cordiali saluti...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La coronarografia normale , come lei descrive, che non mostri cio'e placche sulle arterie coronariche, non esclude episodi di ischemia legati a piccoli vasi o una sindrome di TAko Tsubo, tipica delle donne giovani.
Puo' essere utile eseguire una ECOcardiografia da sforzo o da stress .
Cordialita'
cecchini
[#2] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Egr Prof.Cecchini ringrazio per l'informazione assolutamente chiara e utile.Le auguro buon lavoro e conto di poterla contattare nuovamente in caso di necessità!
[#3] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
...Dimenticavo una cosa che forse è importante: durante il test sotto sforzo in meno di 6 min la mia pressione è salita da 90/60 che la media normale per me fino a160/80 e ci sono voluti circa 10 min per tornare al livello quasi normale...
Le dico questo perchè ho letto che nella sindrome di Tako Tsubo durante un attacco la pressione diminuirebbe velocemente...
Mi scuso se la disturbo nuovamente ma al momento è l'unico che mi ha dato risposta chiare e precise.
Saluto nuovamente e ringrazio
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Penso che lei giri troppo su internet a trovare quello che poi la spaventa.
Esegua l'esame che le ho consigliato, fondamentalmente per tranquillizzare lei stessa.
Arrivederci