Utente 881XXX
Buongiorno dottori,
mi chiamo Davide e ho 24 anni, di recente ho avuto dei forti dolori al petto, come puntatorie e stringimento dello stesso, nel pomeriggio del giorno visto che i dolori continuavano mi sono recato in farmacia visto che il medico curante non era in servizio e mi son fatto misurare la PA dove era:140/91 dopo un ora 132/91 e 121, il farmacista mi ha consigliato di recarmi al pronto soccorso dove sono andato, al momento dell’ingresso in pronto soccorso avevo la pressione 130/90, Fc 114bpm, mi hanno effettuato un ECG dove non mi hanno dato nessun risultato, il medico del p.s. che mi ha visitato mi ha dimesso dicendomi: che erano dolori muscolari, e mi hanno somministrato due flebo il PERFALGAN e il FIS250 + ZANTAC. Il periodo d’osservazione è durato 1h.
Recandomi a casa nei giorni seguenti il dolore al petto si ripeteva, cosi nuovamente mi reco in farmacia per il controllo pressorio dove era 139/96 e 122bpm, cosi mi reco dal medico che mi programma un ricovero in cardiologia dell’ospedale.
Durante la degenza mi hanno sotto posto ai seguenti esami diagnostici:
E.O. Toni cardiaci ritmici validi, non soffi patologici; murmure vescicolare diffuso su tutto l’ambito polmonare; assenti edemi declisi. Addome piano, trattabile.
ECG ritmo atriale ectopico, peraltro normale.
ECOCARDIOGRAMMA Ventricolo sx di normali dimensioni e spessori, nella norma la cinetica globale e segmentale, FE 65%. Atrio sx nei limiti. Cuspidi aortiche, mobili con lieve insufficienza, radice aortica ed aorta ascendente nei limiti. Lembi mitrici mobili, minimo rigurgito, inginocchiamento del lembo anteriore. Ventricolo dx nei limiti, atrio destro nei limiti. PAPs lei limiti. Non versamento pericardio.

HOLTER – ECG24h: Ritmo sinusale per tutta la registrazione con Fc compresa tra 129 e 42 bpm. Assenza di attività extrasistolica ventricolare. Numerose extrasistole ventricolari normalmente condotte ai ventricoli, isolate e ripetitive con diversi runs di TPSV di breve durata. Non pause significative. Non modificazioni significative rispetto al tracciato di base.
MAPA: Normotensione arteriosa. Normale calo notturna della P.A. Paziente dipper.
TEST da SFORZO: Test sub massimale interroto allo 00:16 dello stadio V alla Fc di 160bpm pari all’82% della Fc attesa, per affaticamento muscolare. Ai carichi esplorati assenza di sintomi, assenza di aritmie e di modificazioni ischemiche transitorie a carico del tratto ST/T. curva pressoria di tipo ipertensivo (ipertensione prevalentemente diastolica). Test negativo per ischemia miocardia inducibile ai carichi esplorati.
DIAGNOSI: Toracoalgie atipiche. Test da sforza negativo per ischemia miocardia. Valori pressori borderline sotto sforzo.

Al momento delle dimissioni non era presente nessun medico, la lettera della dimissioni me l’ha consegnata il coordinatore del reparto dove mi riferito che non c’era nulla di preoccupante.
Vi chiedo, gentilmente se mi potete illustrar un pò la situazione,
grazie e cordiali saluti, Davide.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Effettivamente non c'è nulla di preoccupante....Forse personalmente indagherei meglio sul problema dei valori pressori, perchè i risultati di un Holter pressorio (la MAPA) fatto durante il ricovero ospedaliero possono essere influenzati dall'assenza interferenze possibili nella vita reale....
Oltretutto preferisco di eseguirlo durante la stagione invernale perchè con le temperature basse i valori pressori sono più elevati.
Cordialità