Utente 320XXX
Salve.
Ho ventisette anni e sono fortemente ipermetrope (+4,50 e +5,50 circa) con occhio pigro da quando ne avevo tre. Nell'ottobre scorso l'oculista ha aumentato la gradazione dei miei occhiali perché studio moltissimo. Non mi ci sono mai abituata e negli ultimi mesi stavo addirittura meglio senza, con tutti i disagi del caso. Da luglio ho iniziato ad avere mal di testa, annebbiamenti, vertigini e confusione molto forti, con fastidio violento a contatto con la luce, i colori accesi, le profondità, gli spazi e i posti con molte scritte o colori; passeggiando non riesco a tenere il campo visivo, nelle fasi acute ho confusione e poco equilibrio ed è un incubo anche guardare i palazzi o la gente che cammina per strada; ho anche problemi alle orecchie, con sensazione ovattata e qualche volta acufeni. L'oculista ha abbassato la gradazione ma, dopo i primi tempi, i sintomi sono ricomparsi ancora più forti. Un secondo oculista dice che dovrei ulteriormente abbassare la gradazione dell'occhio pigro, ma di pochissimo. Ho notato che senza occhiali, nonostante gli sforzi, i sintomi si alleviano, mentre se li porto continuamente (la regola storica dell'abituarsi) ricomincio a stare male. Mi hanno fatto fare risonanza alla testa, visite cardiologiche e otorinolaringoiatriche ma organicamente è tutto perfetto. Quando cerco di spiegare agli oculisti mi parlano dei normali disturbi da ipermetropia ed occhio pigro, che conosco benissimo, mentre in questo caso ormai i sintomi sono intollerabili. E' possibile che dipenda dall'avere ormai lenti ipergraduate da quasi un anno? Devo fare nuove lenti o prima dell'ennesima spesa mi conviene controllare dell'altro? Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, dovrebbe, a mio avviso, semplicemente ripetere una visita oculistica approfondita con studio della refrazione in cicloplegia (gocce),quindi verificare l'entità della correzione totale ed apportare eventuali aggiustamenti anche in relazione alle vecchie gradazioni che le arrecavano disturbi.
cordialmente
[#2] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Grazie. Ho seguito il suo consiglio e la visita ha confermato la gradazione che mi era stata assegnata. Ho quindi fatto cambiare le lenti, che porto da tre giorni. Purtroppo anche stavolta, anche se meno della precedente, quando sforzo l'occhio mi viene mal di testa, non sopporto la luce e ho sensazione di confusione e disequilibrio. A volte gli occhi mi fanno male e si gonfiano immediatamente. Peraltro la situazione tende come l'ultima volta a peggiorare anziché andare scemando via via che mi abituo.
Mi è stato consigliato di portare solo lenti a contatto per qualche giorno - in attesa di questi occhiali - dicendomi che il problema potrebbe essere nel fatto che il cervello ha difficoltà nell'ingradimento che causa la lente, ingradimento che non c'è con le lenti a contatto. Effettivamente in quei giorni i sintomi sono scomparsi, per ripresentarsi puntuali adesso che ho di nuovo gli occhiali.
Porto gli occhiali da ventiquattro anni, perché queste difficoltà adesso? Come posso abituarmi? Il fatto di avere portato lenti ipergraduate e con punto focale sbagliato per quasi un anno c'entra qualcosa?
Non so cosa fare: se li porto continuamente i disagi sono veramente forti.