Utente 320XXX
Salve! Soffro quasi quotidianamente di tachicardia e palpitazioni che a volte mi lasciano senza fiato. Spesso sento il mio cuore come se si fermasse oppure mi salisse alla gola sia che sto a riposo sia che sto facendo qualsiasi cosa. Ho fatto i seguenti controlli:
1. ECOCARDIOGRAFIA M-MODE,2D,COLORDOPPLER: tutto nei limiti della norma, nessun'anomalia, indenne il pericardio.
2. PROVA DA SFORZO: lievi turbe della conduzione intraventricolare destra all'ECg di superficie. Test massimale condotto a normale carico lavorativo, interrotto per esaurimento muscolare. Assenza di sintomi e di anomalie ECGrafiche significative rispetto al tracciato di base. Rari BEVS isolati durante la fase di recupero. Profilo pressorio nella norma.
3. HOLTER 24H: Ritmo sinusale a FC media:78 bpm / FC minima:42bpm alle ore 04:33 / FC massima:145bpm alle ore 09:21.
Pause superiori a 2.5:0 / Battiti ventricolari 0 / con 0 RUN V e 0 COPPIE VE.
Eventi di bigeminismo ventricolari: 0 / Eventi di trigeminismo ventricolari: 0
Ectopia sopraventricolare: 11 con 0 SV- RUNS e 0 COPPIE SVE
Eventi di bigeminismo e trigeminismo sopraventricolare: 0
Totale minuti episodi ST: 0
HRV SDNN: 187 / SDANN indice: 181
4. RX TORACE: tutto nella norma
Volevo una vostra opinione in merito agli esiti di questi esami. Questi sintomi mi mandano in grande agitazione ed ho paura di fare qualsiasi sforzo perfino di andare a ballare, cantare o anche solo urlare perchè arrabbiata. Ho 31 anni, faccio ogni anno i prelievi del sangue e tutto è nella norma. Ho controllato anche la tiroide ed è tutto ok. Sono astemia, bevo solo 2/3 caffè al giorno e fumo circa 5/6 sigarette. Non pratico attività sportiva ma cammino abbastanza a piedi visto che non guido. Soffro d'ansia con sporadici attacchi di panico che tampono al bisogno con una compressa di LEXOTAN da 1,5 mg ( attualmente sono in cura da una psicoterapeuta). In famiglia mi nonno materno è morto d'infarto a 53 anni e mia nonna ha subito un'angioplastica.
Mi devo preoccupare di qualcosa e fare ulteriori approfondimenti? Oppure posso ritenere il mio cuore sano e quindi condurre una vita normalissima?
Attendo una vostra risposta. Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le sue extrasistoli sono banali e numericamente insignificanti. Non sono le extrasistoli, il suo problema, ma l'ansia....Curi quella e non pensi alcuore.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio vivamente per la risposta. Non vorrei essere pesante ma le chiedo un'ultima cosa: non devo tener conto nemmeno del fastidio al torace che spesso avverto e la difficoltà a respirare? Secondo lei ed in base agli esiti degli esami che le ho sottoposto, sono anche questi sintomi ansiogeni? Di nuovo grazie!
[#3] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Salve! Innanzitutto la ringrazio per la celere risposta. Non vorrei sembrare pesante ma ho un'ultima cosa da chiedere: secondo lei ed in base agli esami che ha visionato, anche il fastidio che avverto al torace e la difficoltà a respirare sono sintomi ansiogeni? Di nuovo grazie!
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si, perchè le indagini cardiologiche che ha fatto danno risultati negativi che quindi non giustificano i suoi sintomi...
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si, perchè le indagini cardiologiche che ha fatto danno risultati negativi che quindi non giustificano i suoi sintomi...
Saluti