Utente 321XXX
Buongiorno,
In seguito ad appendicectomia (avvenuta il 16 agosto scorso) ho notato (pur avendo fatto 5 gg di eparina) un grumo nella vena del braccio destro dove era applicata la farallina, di circa mezzo cm di diametro. Il tratto di vena circostante è indurito, ma non ho altri sintomi ( nè febbre, nè arrossamento, nè dolore). Il mio medico di base ha detto che non c'è flebite e mi ha prescritto una pomata di arnica. Volevo chiedervi se ritenete opportuno che io chieda un secondo parere ad uno specialista per evitare complicazioni , seppur rare. Da internet non riesco a capire cosa possa essere se non flebite, e sono preoccupato di riportare conseguenze trascurandola.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
potrebbe effettivamente trattarsi di un circoscritto fenomeno flebitico generato dal dispositivo di infusione.
Si tratta di una sequela relativamente frequente e che tende alla spontanea se pur lenta remissione.
Resti tuttavia sotto il controllo del Suo Medico, per valutare il favorevole andamento della evoluzione clinica.
[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la pronta risposta Dr. Piscitelli. Diciamo che in tale situazione non ritiene necessario un controparere di uno specialista ed eventuali analisi? È possibile svolgere normalecattività sportiva in palestra?