Utente 319XXX
Salve,
Ormai 10 anni fa, mi furono riscontrate a seguito di ecografia prostatica delle fibrocalcificazioni. Prostata nella norma, anche se un po' disomogenea.
Posto che mi ero rivolto allo specialista perché avvertivo bruciore nell' urinare e una sorta di bruciore nella zona rettale, mi era diagnosticata una prostatite, risolta con un ciclo di antibiotici.
A distanza di alcuni anni mi si è ripresentato il problema, che peraltro mi ritorna quasi ogni anno. Ho fatto altra ecografia con esito analogo, prostata nella norma, ma presenza di alcune fibrocalcificazioni che, a detta dello specialista, non devono preoccupare..
La domanda e' quindi ...sono queste calcificazioni a provocarmi queste infiammazioni? Se si, si può fare qualcosa per eliminarle? Ogni anno faccio le analisi Psa sempre intorno allo 0,50 ma devo fare anche l'ecografia per tenere sotto controllo queste calcificazioni?
Ringraziando per la risposta, porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
le calcificazioni sono esiti del processo infiammatorio e non sono loro a provocare le recidive della sintomatologia che sono invece correlabili con infiammazione del resto del tessuto prostatico. La psa è tranquillizzante e l'eco può essere utile farla annualmente dopo i 50 anni per la prevenzione delle neoplasie prostatiche. le recidive della prostatite sono eventi frequenti e fastidiosi che possono essere tenute sotto controllo con farmaci e dieta adatta.
cordialmente