Utente 321XXX
Buongiorno,

vi scrivo per avere alcuni chiarimenti su dei dubbi relativi ad alcuni disturbi occorsi negli ultimi tempi. Facendo una brevissima anamnesi il tutto è partito da quando a fine Maggio 2013 è insorto un episodio di forte tosse secca accompagnato dal mal di gola. Tale episodio è regredito da solo nel giro di 10 giorni ma ha lasciato alcuni strascichi. Ovvero continuavo ad avvertire la presenza di qualcosa di gonfio dietro la lingua ma indolore. Tale condizione mi ha portato a fare una visita presso il mio medico di base che dopo avermi visitato ha riscontrato la tonsilla dx gonfia e i linfonodi del collo anch'essi gonfi. Mi ha prescritto perciò due cicli di antibiotico. Ribadisco che al di là di questo fastidio era assente dolore e anche in sede di visita ho fatto presente alla Dott.ssa il prurito a gambe e braccia che da circa un anno mi accompagna nella vita di tutti i giorni (non insopportabile ma presente) che lei ha bollato come pelle secca.
Dopo il ciclo di antibiotici la tonsilla sembrava sgonfiarsi piano piano e dare meno fastidio. Martedì della scorsa settimana invece si è ripresentato un lieve mal di gola e il giorno seguente si è presentato uno stato febbrile che si è protratto per tre giorni (picchi a 37.6). La febbre riuscivo a tenerla a bada con la Tachipirina e nel giro di tre giorni è regredita. Inoltre tutto ciò era accompagnato da un rigonfiamento dei linfonodi del collo che però sono regrediti nel giro di una settimana circa. Dopo la febbre però è da tre giorni che la notte (circa sempre alla stessa ora 1.30/2.00) insorgono episodi di forte sudorazione improvvisa sopratutto a testa e collo che mi portano a dover cambiare cuscino. L'episodio è singolo e non si ripete durante la notte.
A questo si aggiunge in molti casi una sensazione di calore a livello di naso e gola o di calore a livello di occhi e guance (sopratutto la mattina questi ultimi).
Inoltre durante il giorno mi capita alcune volte di avvertire come un bruciore al contatto della maglietta con la cute dell'addome. È capitato due volte nell'arco di due settimane mentre ero alla scrivania seduto al lavoro. La prima volta che mi era successo un episodio simile è stato circa un anno fa quando ero in giro a fare il turista e fui costretto a tornare in albergo per levarmi la maglietta dal fastidio.
Poichè i pruriti perdurano, ora si sono aggiunte le sudorazioni notturne e la febbricola volevo capire se questi elementi potevano far pensare ad una diagnosi nefasta come le varie ricerche su internet potrebbero far presumere (Hodgkin).
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

noto che si è spinto davvero mooolto lontano con le ipotesi...

Si rechi dal Suo Curante per un normale controllo e concordi di effettuate un semplice esame del sangue e test allergologici.


Prego.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Salve,

le aggiorno dicendole che il mio medico curante mi ha prescritto esami del sangue completi, tampone faringeo, esame completo urine, rx torace ed eco addome completo. Ho svolto tutti questi esami e sono in attesa di feedback. Per ora l'unico di cui ho già il risultato è l'eco addome che non ha evidenziato anormalità nè negli organi nè nei linfonodi esplorabili. Ora resto in attesa dei risultati delle altre analisi. Sebbene con non poca apprensione poichè durante la visita ecografica il dottore visitandomi mi ha posto alcune domande e poi mi ha detto, vista la mia giovane età, di tenere sotto controllo l'evolversi dei sintomi perchè potrebbero essere espressione di una malattia linfoproliferativa (sebbene non abbia riscontrato nulla di anomalo cosa che ha anche scritto nel referto finale ma invitandomi nel caso ad analizzare le sedi dei linfonodi più profondi con altre tecniche di imaging).
Grazie per la disponibilità!