Utente 321XXX
Nell'elettrocadiogramma di mio figlio di 10 anni c'e scritto: Bradicardia sinusale 58/m'. Lievi turbe della conduzione intraventricolare destra. Alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione. Vorrei capire esattamente cosa significa... devo preoccuparmi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è preoccupante. Certo a quell'età ci si aspetterebbe una frequenza un pò più elevata....Ma come mai gli hanno fatto l'ECG ? Per completezza potrebbe essere considerato un Holter delle 24 h.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore per la celerità.
E' una lunga storia... Il bambino ad agosto dell'anno scorso è stato operato di adenoidectomia e tonsillectomia parziale. Dopo l'intervento si è svegliato in preda a dolori lancinanti alle gambe e al petto, addirittura non riusciva a piegare le gambe, rimaneva rigido sulle gambe per camminare e gridava dal dolore. Il giorno dopo gli hanno fatto le analisi del sangue, dove risultò il valore del cpk muscolare altissimo ( valore 15000, quindicimila) e transaminasi oltre 600. Prima dell'intervento i valori erano normali. Immediatamante lo hanno sottoposto a varie flebo e ad altre analisi. Fece anche un ecocardiogramma dove risultò: Situs solitus. Levocardia.Normale concordanza atrio-ventricolare e ventricolo arteriosa. Normali dimensioni camere cardiache. Normale cinetica biventricolare (FE65%). Presenza di falso tendine in ventricolo sinistro.Normali apparati valvolari (minimo inarcamento sistolico posteriore dei lembi valvolari mitralici). Normali dimensioni della radice aortica (25mm). Arco aortico normale.AP tronco e rami normali. Con tecnica doppler: modesto shunt S-D in corrispondenza della fossa ovale. Minimo rigurgito mitralico. Il dottore disse che l'ecocardio andava bene.Lei che ne pensa? Fece anche un eco addome ed era tutto a posto. Dopo una settimana dall'intervento i valori tornarono normali (cpk 160 e transaminasi 40). Il bambino ebbe dolori muscolari molto forti per un breve periodo ma poi passarono senza l'ausilio di nessun farmaco. Naturalmente rimase scioccato e traumatizzato per vario tempo, ci dissero in seguito che in effettì provo fortissimi dolori alle gambe e non venne mai sedato, come invece avrebbero dovuto. Parlarono di RABDOMIOLISI, e che forse c'era stato un effetto collaterale di un farmaco anestetico (la succinilcolina). Forse anche un dosaggio eccessivo di anestetico (ipotizzarono altri medici) o che il bambino avesse una predisposizione genetica che contrastasse con questi farmaci, o un'anomalia genetica muscolare che portasse una maggiore sensibilità muscolare. Insomma alla fine scoprimmo che per un banale intervento poteva succedere una tragedia. Mio figlio fece una consulenza genetica ma ci dissero che la probabilità che fosse ipercpktermia fosse debole perchè i valori prima dell'intervento erano normali. Tutti i suoi ecg prima e dopo l'intervento riportavano la stessa dicitura che le ho scritto sopra. Sottolineo che mio figlio non si affatica facilmente, pratica sport da quando era piccolo, a mare nuota instancabilmente, corre sempre e non si ferma mai. Non le nascondo che come madre sono ancora scossa per tutto quello che è successo, anche se è passato un anno. Ad agosto di quest'anno abbiamo ripetuto l'ecg e l'ecocardio e riporta le stesse cose. Il cardiologo ha parlato di egc atipico, anomalo, ma non patologico, dopo l'ecg ha ripetuto l'ecocardio e non ha riscontrato problemi. Però mi è sembrato un pò perplesso.... non so che pensare. Il bambino dopo mesi dall'intervento ha ripetuto le analisi ed era tutto nella norma. Ha ripreso lo sport (pratica arti marziali) e siè tranquillizzato. Per un breve periodo ha sofferto di "tic oculari" ma sono piano piano scomparsi, probabilmente li ha avuti per stress psicologico e pura per quello che aveva passato. Ha fatto anche visita neurologica ed è risultato tutto a posto. Anche gli ecg prima dell'intervento riportavano la stessa dicitura. Ma quindi è un a cosa "congenita" che si ritroverà sempre? Potra avere problemi in seguito o potrà svilupparsi in qualche cardiopatia? Dimenticavo, l'adenoidectomia e tonsillectomia parziale è stato il primo intervento della sua vita, con relativa prima anestesia totale. Prima dell'operazione era molto nervoso ed è stato operato dopo 7 ore di attesa snervanti.
Grazie per il consulto e scusi per lo sfogo!