Utente 321XXX
Buongiorno,
in breve, ecco la mia situazione: a seguito dell’inclusione di un dente del giudizio nel seno mascellare sx, con formazione di ciste e sinusite mascellare monolaterale odontogena correlata, il 16 luglio scorso mi sono sottoposta ad un intervento di F.E.S.S. + estrazione del suddetto dente/ciste. I due interventi sono stati eseguiti contemporaneamente in anestesia generale, e in sede di operazione sono stati trovati inclusi nel seno, ed estratti, altri due piccoli denticoli. L’intervento si è svolto senza problemi, senonché il giorno successivo mi è salita la febbre, ha iniziato a formarsi una piccola fistola produttiva in corrispondenza della gengiva operata, e ho ricominciato a spurgare pus anche dal naso. Mi è stata prescritta una cura con levofloxacina (sono intollerante agli antibiotici di tipo “tradizionale”) che ho proseguito per circa 15 giorni, dopo circa una settimana la febbricola è scomparsa e così anche la fistola. Lo spurgo dal naso tuttavia, pur essendo nettalmente diminuito, ad oggi, 26 settembre, non si è mai risolto completamente, facendomi supporre che la F.E.S.S. non sia andata a buon fine. Circa un mese e mezzo fa ho avuto il mio ultimo controllo con il chirurgo, il quale mi ha detto che, essendosi liberato il meato, ed essendo possibile il passaggio di aria, l’infezione poteva ritenersi ormai guarita del tutto, e che dovevo solo pazientare ancora per qualche giorno. Purtroppo così non è stato… anzi, in questi giorni mi sembra che la situazione stia pian piano ricominciando a peggiorare! Non ho più avuto episodi acuti, non ho dolore al viso (per la verità ne avevo molto poco anche prima dell’intervento) né all'arcata dentale, ma solo spurgo maleodorante e di colore giallo/verdino, con abbondante scolo retronasale: questo costantemente, da dopo l'intervento ad oggi. Spesso, soffiandomi il naso vengono fuori dei “grumi” di materiale, che di disciolgono più facilmente facendo i lavaggi con l’acqua sulfurea. Negli ultimi due giorni ho anche iniziato ad avvertire un po’ di malessere generale, e dolore alla gola, sintomi che spesso si accompagnavano alla comparsa dell’episodio di sinusite acuta nel periodo precedente all'operazione.
Lunedì vado a fare un controllo nella struttura dove mi hanno operata, ma volevo comunque chiedere un parere anche a voi. A cosa si potrebbe imputare una simile evoluzione? Pensate che sarà necessario ripetere l’intervento??
Vi ringrazio molto per l’attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
è corretto riferirsi allo specialista che l'ha operata in ragione dei sintomi da Lei ancora lamentati. In assenza di una valutazione cìinica e di esami strumentale é impossibile dare una parere ma certamente il decorso di guarigione é meritevole di ulteriori attenzioni ed approfondimenti da parte di chi l'ha operata.
Si rivolga dunque a lui con fiducia per ricevere gli adeguati trattamenti: quanto da Lei riferito é una problematica considerabile in ragione dell'intervento subito.
Cordiali saluti