Utente 858XXX
Gentili dottori, ho 39 anni e io e mia moglie
stiamo cercando di concepire il ns primo bimbo. A questo proposito
mi sono sottoposto per la prima volta nella mia vita ad uno spermiogramma
di cui mi permetto di sottoporre i risultati alla Vs attenzione per
avere un parere competente:
aspetto: grigio opalescente
liquefazione: incompleta dopo due ore
viscosità: aumentata
volume: 1,8 ml
pH: 7,4
agglutinazione: assente
concentraz. spermat.: 56
conta tot. spermat.: 101
motilità progr.: 62%
motilità non progr.: 7%
immobili: 30%
morfologia normale: 62%
morfologia anormale: 38%
anomalie testa: 8%
anomalie coda: 10%
anomalie collo: 20%
Ringrazio in anticipo per la Vs disponibilità.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

il suo esame se eseguito secondo i criteri WHO 2010 rientra nella normalità , a parte un errore nella conta della motilità dove la somma dei dati che ci riporta arriva al 99% e non al 100%, tuttavia per valutare la fertilità di un uomo serve una visita specialistica, infatti l'esame seminale esprime solo dei dati statistici.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 858XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dott. Maretti la ringrazio per la risposta chiara ed esauriente; da "profano" pensavo che per valutare la fertilità di un uomo fosse sufficiente l'esame del liquido seminale (approposito i risultati che ho elencato sopra seguono i criteri WHO 2010), Lei invece mi suggerisce una visita specialistica per una valutazione realistica: quali sono gli aspetti in genere che lo specialista deve esaminare nella visita specialistica per valutare la fertilità del soggetto che non vengono espresse dallo spermiogramma?
Ringrazio per la disponibilità e approfitto per augurarLe un buon weekend!
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

la "semplice" visita andrologica permette di evidenziare attraverso l'esame obbiettivo patologie in grado di alterare la fertilità dell'individuo (dalle semplici infiammazioni/infezioni al varicocele senza arrivare a patologie più gravi quali il K testicolare ecc.) e quindi assume, nel suo caso anche un valore preventivo.


Un cordiale saluto

[#4] dopo  
Utente 858XXX

Iscritto dal 2008
Genti Dottori, in seguito a consulto del 27/09/2013 e a conseguente visita andrologica (con ecodopler) che non rilevava nulla di anormale, il ginecologo di mia moglie mi ha consigliato di ripetere lo spermiogramma. I risultati mi hanno sinceramente sconvolto:
Volume 0,8 ml
Ph: 8
Spermatozoi < 5 milioni
Mobilità non valutabile dato l'esiguo numero
Rari elementi germinativi
rari leucociti
Cosa può essere successo?
Che faccio ora?
Ringrazio per i Vs apprezzatissimi consigli e saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

La prima cosa da fare e' ripetere l'esame in un altro centro, dopo almeno 7 giorni dal primo e comunque non superiore ai tre mesi, come suggerito dalle note WHO. Inoltre con 5 milioni\ml si è in grado di valutare senza problemi la motilità e la morfologia che invece mancano e rendono l'esame non attendibile.

Un cordiale saluto
[#6] dopo  
Utente 858XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottori,
in seguito ad ultimo spermiogramma del 06/08/2015 con risultati per abbastanza sconvolgenti (il primo esame del 2013 aveva parametri normali e la visita andrologica eseguita sempre nel 2013 rilevava un reflusso venoso modesto rilevabile in stazione eretta e dopo Vasava), ho eseguito:
- ecodopler vasi spermatici (31/08/2015): tutto nella norma con rilevazione del modesto reflusso già osservato in visita precedente
- spermiogramma (07/09/2015) che conferma i pessimi parametri refertati il 06/08/2015 u.s.:
aspetto grigio opalescente
liquefazione completa
viscosità aumentata
volume 2,2 ml
pH 8,1
agglutinazione assente
spermatozoi <2,0 (milioni/ml)
leucociti rari
cellule germinali immature alcune
morfologia normale 10%
anormale 90% (anomalie testa 68%, anomalie coda 4%, anomalie collo 18%)
osservazioni: presenza di rari spermatozoi alcuni dei quali dotati di motilità rettilinea progressiva.
Alla luce di questi risultati procederò senza dubbio a prenotare altra visita andrologica per accertamenti. Mia moglie e io eravamo già in lista per procedere con una inseminazione intrauterina: ritenete opportuno eseguirla ugualmente o sarebbe secondo voi meglio perseguire una altra tecnica di PMA? Cosa può essere accaduto per avere un peggioramento così marcato?
In attesa di Vs gentile riscontro, porgo cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gen.mo utente

Premesso che per valutare il reflusso del plesso pampiniforme (varicocele) serve indicare il grado di reflusso per capire l'effettiva entita', probabilmente il primo esame era completamente errato e comunque per valutare se procedere per una IUI serve fare un esame di capacitazione che certamente le indichera' lo specialista che la visitera'.

Un cordiale saluto
[#8] dopo  
Utente 858XXX

Iscritto dal 2008
Egregi Dottori, in seguito valori riscontrati da precedente spermiogramma mi sono rivolto ad uno specialista e al contempo il centro PMA che ci seguiva ci ha indirizzato su percorsi alternativi (ICSI).
Lo specialista ha rilevato un varicocele di primo grado e ha richiesto spermiogramma con coltura, urinocoltura e esami ormonali (LH, prolattina, FSH, testosterone): urinocoltura e esami ormonali tutti nella norma.
Spermiogramma (12/10/2015):
aspetto: grigio opalescente
liquefazione: completa dopo 30'
viscosità: normale
volume: 1,5 ml
pH: 8,5
agglutinazione: assente
concentraz. spermat.: 30
conta tot. spermat.: 45
motilità progr.: 14%
motilità non progr.: 11%
immobili: 5%
morfologia normale: 24%
morfologia anormale: 76%
anomalie testa: 33%
anomalie coda: 26%
anomalie collo: 17%
Ureaplasma: negativo
Clamidia. negativo
Trichomonas vaginalis: negativo
Neisseria Gonorrhoeae: negativo
Miceti: negativo
Gardnerella vaginalis: negativo
Mycoplasma Hominis: negativo
Esame colturale: negativo
Terapia dello specialista integratori per aumentare la motilità.

In preparazione alla ICSI mi hanno fatto eseguire nuovo spermiogramma (30/11/2015) con test di frammentazione del DNA dal quale è stata rilevata: ipospermia (0,9 ml), Oligoteratoozoospermia, ph 9,0, piospermia per presenza di enterococcus (10.000 UFC/ml).
Indice di frammentazione > 35
La terapia prescritta: ARGUMENTIN, 3 volte al giorno per una settimana + nr. 2 cpr al giorno di Folina per la frammentazione.


Vi chiedo, visti anche i precedenti, come sono possibili dei risultati così altalenanti? Un indice di frammentazione così elevato può dipendere dall'infezione batterica?
Tutto questo tenendo presente che il 21/12 dovremmo fare il pick-up. Secondo Voi ha senso procedere ugualmente con questi valori?
Ringrazio per la disponibilità e porgo cordiali saluti.