Utente 245XXX
Gentili dottori, mi è capitata una cosa alquanto strana. Devo premettere che da 3 mesi e mezzo sono alle prese con una prostatite (diagnosticata con visita urologica) che non vuole andarsene e ho già fatto due cure antibiotiche, ma nulla, è sempre lì; alcuni giorni va meglio e in altri momenti i sintomi peggiorano. Ho notato, però, che i sintomi peggiorano quando il mio intestino è poco regolare (diarrea) e ultimamente mi capita spesso... Che ci sia un nesso? Comunque scrivo principalmente perché mi è capitata una cosa che non riesco a spiegarmi: mezz'ora dopo un orgasmo, ho avvertito lo stimolo ad evacuare, ma è uscita solo aria ed un materiale del tutto simile allo sperma... Consistenza, colore apparivano proprio come quelli del liquido seminale. Ora, essendo la prostata contigua al retto, può esserci qualche collegamento? Di cosa si tratta? In qualche modo questo fenomeno è collegato alla prostatite? Scusatemi se non sono stato troppo preciso... Sono molto preoccupato! Ringrazio chiunque voglia rispondermi!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,penserei ad una proctite,infiammazione della mucosa del retto.Esegua una coprocoltura.Soffre di emorroidi?Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo dottor Izzo, grazie per avermi risposto. Lei ci ha azzeccato: in precedenza mi sono dimenticato di dire che all'esordio dei sintomi urologici, praticamente in concomitanza, ho avuto un problema emorroidario, che si è risolto praticamente spontaneamente. In questi giorni accuso dolori che vanno e vengono al basso addome, diarrea e in concomitanza mi sono peggiorati un po' i disturbi dovuti alla prostatite. Avevo svolto esame urine completo + urinocoltura e tampone uretrale risultati negativi, ho svolto nonostante ciò una cura antibiotica (prescritta dall'urologo) che ahimè non ha portato a nulla, se non il peggioramento transitorio dei sintomi... Secondo lei è il problema urologico che mi crea il problema intestinale? O viceversa? Oppure non sono collegati (anche se noto questa frequente associazione)? E in ultimo le chiedo... Ci sono indici di gravità in tutto ciò?
Mi scuso, ma davvero dopo più di 3 mesi non vedo una via d'uscita e comincio a preoccuparmi e a temere complicazioni! La ringrazio per l'attenzione.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...purtoppo,non potendo visitarLa,non posso andare oltre.Le consiglio quindi di seguire i consigli dello specialista di riferimento reale.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto, in settimana ho già l'appuntamento. Se posso ancora abusare della sua pazienza... Secondo lei, dai dettagli che le ho raccontato, si può prendere in considerazione l'ipotesi di una fistola tra prostata e retto? So che è praticamente impossibile fare diagnosi via web, lo chiedo solo per capire se la mia ipotesi possa essere plausibile... La ringrazio!
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...mi sembra più corretto pensare ad una secrezione propria della mucosa rettale.Cordialità.