Utente 321XXX
Buonasera, ho 52 anni e durante un controllo cardiologico mi hanno riscontrato una pregressa ischemia (acinesia SIV apicale), io non ho avvertito sintomi riconducibili sicuramente all'evento. ECG sotto sforzo buono, interrotto a carico 100W per raggiungimento frequenza cardiaca di 162 e pressione 220 su 100, cmq senza sintomi ischemici inducibili. Sono in terapia con Cotareg 160 da tempo x lieve ipertensione, e ora mi hanno aggiunto cardioaspirina e Cardicor 1,25mg. Fra 3 mesi farò un altro controllo e probabilmente una scintigrafia. Trova corretta la terapia, e soprattutto non crede che sarebbe meglio fare subito controlli ulteriori, scintigrafia o meglio ancora coronarografia? Non vorrei aspettare di avere un altro evento, magari non così blando ... Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in effetti in caso di esami strumentali contrastanti tra loro è bene procedere abbastanza celermente verso approfondimenti diagnostici di livello superiore, come ad esempio un ecostress farmacologico o fisico o viceversa una scintigrafia miocardica, soprattutto se il soggetto viene considerato ad alto rischio. Chieda lumi al collega che la segue.
Saluti