Utente 321XXX
Egregi signori Medici, ho una visita andrologica domani, ma sarà la prima e dunque solo clinica, senza ecografia, e sono disperato.

Sono uno studente di 25 anni, di Caserta, 63 kg x 168 cm, da anni sessualmente attivo con una ragazza per bene, eppure ciò nonostante, 7 giorni fa, cedetti a una vergognosa debolezza decidendo di incontrare un'altra lei. Essendo la mia prima volta con un altra e per evitare qualsiasi incertezza, utilizzai una dose eccessiva di Levitra (20mg): risultati considerevoli, fin troppo: membro in erezione estrema anche con un solo sguardo, e salvo brevi periodi di riposo, effetto perdurante per diverse ore. I problemi vennero nei giorni successivi: il membro anche da flaccido era sempre tozzo, compatto, semiturgido; inoltre in erezione notavo e noto come un fastidio infiammatorio di tipo puntoreo alla base del glande, lato sinistro, che sembra irradiarsi fino alla radice.. tale fastidio, dalla notte di 2 giorni fa è diventato dolore conclamato, molto fastidioso, come delle scossette; adesso mi accompagna tutto il tempo anche da flaccido, e sembra acuirsi di giorno in giorno; forse ho peggiorato il tutto con le erezioni che mi sono procurato ieri per verificare la funzionalità?
Ho rischiato una lacerazione dell'albuginea o forse una fibrosi per un coagulo cavernoso? mi conviene provare a esercitare attività sessuale per tenerlo "ossigenato" o al contrario rischio di peggiorare?
se è un coagulo che sta rendendo ischemici i tessuti di sinistra, cosa posso fare nell'immediato? prendo un anticoagulante? vado al pronto soccorso? purtroppo ho la visita dall'andrologo solo domani e non mi fara' nemmeno la ecografia.. e temo possa essere troppo tardi!

ho distrutto la mia vita e quella della mia donna.. non so cosa fare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Che una compressa di levitra possa creare tutti i danni che lei suppone lo escludo .. Tenga a riposo l'organo e la sua mente per qualche giorno e vedrà che tutto tornerá a posto , attenda senza ansia la visita di domani . Distinti saluti .
[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Dottore ma era una compressa da 20 mg.. e io peso 63 kg! e l'effetto è durato, salvo pause.. per alcune ore..con un erezione poderosa, ai limiti.. inoltre anche nei giorni seguenti era sempre gonfio anche da flaccido e mai del tutto sgonfio.. sempre tozzo e semiturgido..inoltre da 3 giorni questo dolore come una scossetta sul lato sinistro sotto il glande..e se mi si fosse formato un coagulo con esito in fibrosi? il dolore c'è ed è anche continuo e fastidioso.. cosa posso fare?
[#3] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dottore, a distanza di tempo devo ringraziarla per la sua risposta, consultai un urologo della mia zona, e dopo un'accurata anamnesi e poi esame obbiettivo mi disse le sue stesse parole. Grazie.