Utente 134XXX
Dopo intervento di ricostruzione dell'uretra che mi ha costretto a stare a letto immobile per otto giorni, mi si è presentato a distanza di una settimana una trombosi venosa profonda alla gamba destra, che ora vado a spiegare nei dettagli.
La gamba si presentava gonfia e rossa all'altezza del ginocchio destro, si è proceduto ad eco color doppler con il seguente esito:
Pervia con fisiologica collassabilità delle pareti venose alla compressione mirata la vena femporale comune, le vene femorali superficiale e profonda così come la vena grande safena alla cross.
Al poplite si osserva trombosi subtotale con flusso lamellare periferico posteriore della vena poplitea.
Pervie, un poca ectasiche, sia la vena piccola safena che le vene gemellari.
Pervia con flussi normodiretti l'arteria poplitea.
In sede distale perimalleolare, da entrambi i lati, linfedema dei tessuti superficiali.
Dopo questo estio si è proceuto con la seguente terapia:
Clexane 8000 due punture al giorno per 15 giorni
Clexane 8000 una puntura al giorno per successivi 15 giorni, per un totale di 30 giorni.
Calza elatistica monocollant di classe 2.
Dopo questo ciclio di terapia non ho avuto alcun beneficio, in quanto il problema è ancora presente.
Ho effetutto nuovo Eco doppler che ha messo in evidenza la persistenza di tale trombo.
Vorrei sapere come posso fare a risolvere questo fastidioso problema.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pietro Mingazzini
24% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Signore
La terapia che ha eseguito è stata sicuramente corretta.Proporrei comunque una terapia con Coumadin per prossimi tre-sei mesi.Il tempo,la terapia,la calza elastica porteranno ad un miglioramento.
la saluto
Pietro Mingazzini