Utente 322XXX
Buonasera,premetto che ho prenotato una visita dal mio dermatologo per la settimana prossima,ma preferirei avere quanto meno un parere da qualche professionsta nell'attesta(snervante).
Circa una ventina di giorni fa ho avvertito un leggero bruciore al pene e ho notato la comparsa di macchie rosse su glande e asta.Le stesse sono scomparse pochi giorni dopo,mentre l'asta del pene ed i genitali hanno subito un forte arrossamento,causandomi prurito,che nel tempo è degenerato in secchezza e desquamazione alternata a rossore,nella parte di pelle piu prossima al glande delle screpolature simili a smagliature e quella che parrebbe l'alone o cicatrizzazione di una delle macchie,ora appena visibile .Specifico che non ho avuto rapporti sessuali recenti,secondo voi quale può essere la causa?Ne ho lette di tutte i generi,da Lichen a psoriasi(lo stress è realmente un fattore generante?),che mi spaventano terribilmente.Per chiarirvi la situazione preciso ancora che poco prima della comparsa delle macchie m'ero piu volte masturbato toccando forse con mani sporche,e che questo mese sono stato in cura di antibiotici a causa di acne(non era però la prima volta).

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Il suo quadro potrebbe essere compatibile con una balanopostite di natura da identificare
La invito pertanto a effettuare una visita nella sede venerologica senza applicare alcuna terapia fai da te.
Utile se vorrà la lettura di alcuni approfondimenti personali nel sito www.balanopostite.it
Carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Dott. la ringrazio inizialmente per il suo consulto.La vorrei aggiornare brevemente sul mio quadro.Il rossore e i problemi legati alla pelle dell'asta sono completamente scomparsi,mentre persiste un rossore allo scroto anche se inferiore rispetto a qualche giorno fa.Tuttavia,da stamattina riavverto un bruciore localizzato al glande,con sintomii simili al momento in cui è sorto il problema,come stimolo continuo alla minzione,con la comparsa stavolta non di macchie bensì un leggero rossore in una parte del glande.Aggiungo che sotto consiglio del dermatologo venereologo sto assumendo braderm micobat polvere,in attesa della visita.Secondo come mai dopo tre settimane continuino a persistere tali sintomi?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Mi pare assai utile effettuare la visita di controllo ad un mese dalla prima visita, con il Venereologo!
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Egregio dottore,fortunatamente ho la visita in settimana con il venereologo,tuttavia questa situazione mi sta turbando.Come le avevo scritto i problemi sulla pelle si sono risolti mentre riavverto durante tutto il giorno un bruciore fastidioso e una zona del glande leggermente arrossata o irritata(piu estesa rispetto a ieri).Secondo lei sono sintomi che lasciano ancora ipotizzare a balanopostite?Per quanto riguarda la natura come si può identificare considerate le svariate possibilità?La ringrazio nuovamente per l'attenzione
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Le ipotesi sono diverse ma quella della balanopostite a mio avviso è quella più probabile.
Lei non si preoccupi: l'esperto dermovenereologo è in grado di selezionare e differenziare il quadro clinico, da qui impossibile da districare.

cari saluti ancora!
[#6] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dr. mi riappello alla sua competenza e disponibilità,sperando di non abusarne, con la speranza che nonostante le palesi difficoltà di consulto telematico possa aiutarmi.
Questi giorni sono stato molto vicino a quella che credevo fosse ormai una guarigione,tuttavia ogni volta che il problema sembra vicino alla soluzione si ripresenta(ogni volta in forma piu leggera tra l'altro).Secondo lei c'è una spiegazione empirica?
I sintomi prevalenti sono sempre quelli di secchezza,rossore e sensibilità che si "alternano" nella zona genitale,con particolare persistenza su glande e scroto (perdoni il mio linguaggio atecnico).
Dott. vorrei chiudere prima possibile questa situazione che a mio avviso si è già reiterata troppo nel tempo,anche perchè la mia esperienza con la dermatologia mi sta rendendo particolarmente scettico e pessimista(soffro da 11 anni di acne poliforme e nonostante sia sempre stato in cura,persino di isotretinoina,non ho tratto alcun giovamento).Recentemente mi sono recato presso una struttura asl dove il dermatologo,il quale mi ha visitato quando la situazione era sicuramente nel suo stato migliore,senza voler ascoltare le mie ragioni mi ha liquidato dopo pochi secondi dicendo "Lei non ha un c***o" e prescrivendomi un detergente e una crema(soluzione peraltro a mio avviso incoerente con la affermazione precedente).
Ormai non so più a cosa pensare,spero lei possa darmi una mano,la ringrazio nuovamente
[#7] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Egregi dottori,come sempre tutti voi consigliate in questi mesi mi sono fatto visitare da dermatologi-venereologi,ma tutti hanno dato una diagnosi diversa.Uno ha parlato di dermatite da contatto,uno di "nulla di rilevante" e oggi mi è stato diagnosticato un lichen sclerosus,che mi ha fatto abbastanza crollare il mondo addosso.Mi sento,tuttavia,spaesato,perchè non riesco a comprendere come siano possibili 3 diagnosi così differenti.So che non vi volete esporre di fronte a diagnosi di vostri colleghi,ma secondo voi come è possibile?
[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Impossibile chiarire la situazione da qui. Comprendo sicuramente il suo stato. Cerchi di capire bene a chi affidarsi e ne segua i dettami. Non posso aggiungere nulla di telematicamente utile allo stato attuale
Ancora saluti.
[#9] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Caro dottore,la ringrazio e comprendo la sua posizione.Io credo che la diversità nei giorni dei sintomi che si presentano,come ho provato a descrivere nei precedenti topic,possano aver indotto in errore alcuni suoi colleghi.Tuttavia io non riesco a vivere ancora nell'incertezza e con questo penalizzante disagio e vorrei quantomeno arrivare ad una diagnosi definitiva,sperando non sia veramente Lichen :(