Utente 322XXX
Nell'ultima visita urologica per la prostata, l'urologo ha detto che i disturbi lievi accusati dal mese di giugno, sono dovuti al morbo di Peyronie.
Effettivamente ho notato a giugno un leggero dolore di una settimana alla base del pene ed ora sento un leggero indurimento interno alla base, con leggero incurvamento verso l'ombellico.
L'urologo mi ha detto di non preoccuparmi e mi ha prescritto sei mesi di una pillola al giorno di PeironiMevplus.
Essendo un farmaco nuovo (caro tra l'altro), Vi domando cortesemente se la cura è efficace o se esiste altro farmaco di provata efficacia.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Igino Intermite
24% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile lettore innanzitutto il peironimev non è un farmaco ma un integratore, quindi per definizione non cura prorpio niente. In realtà se dovesse avere la S. di La Peyronie, ed è da dimostrare con un eco-color-doppler penieno dinamico, sappia che la placca puo' regredire spontaneamente, come può rimanere stabile o progredire nell'incurvamento. In tutto questo il peironimev plus resta a guardare. In realtà questo integratore contiene una piccola percentuale di acido para-ammino benzoico che è una delle poche sostanze codificate per il trattamento della IPP. Tuttavia ripeto, parliamo di un integratore, quindi se guarisce o progredisce non dipende da esso, ma dal fatto che la sua condizione già prevedeva uno sviluppo in un senso o nell'altro. In conclusione faccia prima una diagnosi, e poi si pensa a cosa fare.