Utente 540XXX
Salve,
sono un ragazzo di 23 anni e circa un anno fa ho subito, prima un intervento di frenulo-plastica e appena un mese dopo un intervento di circonsione parziale, per correggere il problema di fimosi e ipersensibilità.
A distanza di 10 mesi non mi ritrovo poi cosi soddisfatto del risultato dell'operazione.Mi spiego meglio:
la fimosi è stata corretta, ed è finalmente tutto apposto, ma il problema di ipersensibilità persiste ancora.Il sesso è diventato praticamente un tabù.Questa ipersensibilità mi deconcentra ed è un fastidio che si, con un pò di sforzo è sopportabile, ma mi rende impossibile il sesso. Come prima cosa l'erezione non è "totale" e mi riesce difficile mantenerla,diciamo chiaramente che va e viene, per seconda cosa, ho riscontrato che si è inoltre posto il problema dell'eiaculazione precoce, sommando il tutto il risultato è che l'atto sessuale mi è praticamente impossibile.
Premetto che in tutti questi mesi ho provato diverse soluzioni proposte dai medici da me contattati,dal cercare di lasciare il glande scoperto negli slip,alla crema emla, alla luan, al semplice uso del preservativo, ma niente di tutto questo ha avuto un riscontro positivo.
Mi dicono in molti che è questione di tempo e che passerà, ma è già trascorso un anno e la mia situazione non si è mossa di un millimetro. Hanno provato a spiegare il fenomeno come una mia convinzione mentale, una preoccupazione, una non sicurezza o anche una non concentrazione sulla partner e altro, io per quanto mi riguarda aggiungo che l'amore che c'è tra me e la mia partner è qualcosa di unico e che, in quei momenti, sono preso e concentrato da lei e da tutto l'amore che ci gira attorno e che oltre a questo mi sto impegnando e sto facendo di tutto per risolvere questa situazione.
Dal canto mio, penso che sia un problema relativo alla circoncisione in sè, ovvero; il prepuzio ora ricopre quasi completamente il glande ( diciamo all' 80% )e credo che questa mia ipersensibilità sia dovuta al fatto che il glande non è quindi esposto a quei "microtraumi" quotidiani e non ha quindi modo di "desensibilizzarsi".
Io pensavo perciò ad un ulteriore operazione di circoncisione totale. Potrà risolvere il mio problema? e se no come posso fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

indubbiamente il suo caso ripropone l'annoso problema della ipersensibilità della mucosa del glande che non è legata ad alcuna forma di malattia e che , direi quasi sempre perlomeno nella mia esperienza personale,viene risolta , diremo in maniera decisa, con una asportazione completa del rivestimento cutaneo svolto dal prepuzio e "costringendo" la mucosa del glande ad andare incontro ai processi di corneificazione che portano alla eliminazione della sensibilità e alla possibilità di una normale attività sessuale.
In alcuni casi possono comunque essere presenti fattori "psicologici" che accentuano il fenomeno della sensibilità ma comunque la soluzione che le è stata proposta ed effettuata mi sembra un vero compromesso.
In questi casi la asportazione del prepuzio dovrebbe essere totale
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
L'ipersensibilità post intervento di circoncisione è un fatto comunissimo, riferito da tutti i pazienti operati. Occorre avere pazienza ed adattarsi alla nuova condizione anatomica. Ciò è un fatto soggettivo ed il periodo di adattamento non è prevedibile oggettivamente... ogni decisione poi su eventuali circoncisioni totali è a suo carico.