Utente 772XXX
Salve dottore,

Due settimane fa, dopo un rapporto con la mia ragazza, ho notato una piccola bolla bianca poco sotto il glande, quasi in corrispondenza della cicatrice della circoncisione, che ho avuto a fine aprile.

Nei giorni successivi questa bolla è scoppiata lasciando un piccolo buchino ricoperto di una sottile patina gialla. Sarà per la zona un po' delicata, che rimane quasi sempre coperta dalle pieghe cutanee, ma si è infettata. Dopo una settimana sono andato in pronto soccorso, preoccupato che invece potesse essere qualcosa di venereo, e mi hanno detto di no. Tre giorni fa, un urologo dello stesso ospedale mi ha confermato che per lui non aveva l'aspetto di una lesione da malattia venerea e mi ha dato una cura di antibiotico Bactrim ed applicazioni quotidiane di Betadine e Eosina.

Il giorno dopo però sono comparse all'improvviso, vicino a quella ferita (ma in direzione della pancia), una serie di bollicine rosse e morbide. Sono andato di nuovo in ospedale e ho esposto i miei dubbi. Ancora una volta sono stato rassicurato e mi è stato detto, se la situazione non migliorava con la cura precedente, di provare lo Zovirax.

ADesso, le bollicine si sono trasformate in una crosta (come quella che si forma sulle ferite) mentre la prima lesione (quella di 2 settimane fa) è ancora lì, seppure in lieve miglioramento.

La mie domande sono le seguenti:

1) E' possibile che i medici si siano sbagliati in entrambe le situazioni, essendosi basati solo su un'ispezione visiva, e non su esami?

2) La situazione da me descritta (lesione iniziale, bolle che scoppiano e si trasformano in croste) è compatibile con il normale decorso - ad esempio - di candida oppure di HSV-2 o di HPV?

3) Mi consigliate eventualmente di fare qualche specifico test clinico per rassicurarmi al riguardo o è eccessivo? La mia ragazza preme affinchè io faccia qualche test, ma non so quali.

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei descrive benissimo le lesioni cutanee comparse alla regione genitale, ma credo che la cosa migliore da fare sia sottoporsi, senza ulteriori ritardi, ad una visita presso uno specialista in Dermatologia e Venereologia. Fatta la diagnosi, poi si deciderà se programmare o meno controlli anche alla partner.
Auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Utente 772XXX

Iscritto dal 2005
Grazie, dottor Martino.

1) Dunque Lei mi consiglia di non aspettare la fine del ciclo di antibiotici (la settimana finisce fra due giorni), Betadine ed Eosina (fra circa 9 giorni), ma di andare subito da un Dermatologo?

2) Posso rivolgermi sempre allo stesso ospedale?

3) In ogni caso la trasformazione delle bolle in croste è positiva o meno? Ed indirizza verso una diagnosi piuttosto che verso un'altra?

POST SCRIPTUM: Nel primo messaggio mi ero dimenticato di specificare che non ho mai avuto prurito nella zona, e che questo fatto si accompagna ad una influenza molto forte (tosse persistente), che ho contratto una settimana prima di quel rapporto sessuale e che purtroppo stenta a guarire
del tutto anche adesso, dopo ormai tre settimane. Una settimana fa, prima di prendere l'antibiotico, ero talmente debilitato da sentirmi stordito e sudare copiosamente per ogni minimo sforzo.

Cordiali Saluti.

[#3] dopo  
Utente 772XXX

Iscritto dal 2005
Grazie dottor Vitali.

Non nascondo che le sue parole sono un po' inquietanti.
So che preferite non sbilanciarvi senza dati alla mano, ma il quadro descritto per cosa vi fa propendere?

Grazie per l'eventuale risposta.
[#4] dopo  
Utente 772XXX

Iscritto dal 2005
Salve dottori,

oggi sono stato dalla dermatologa e mi ha detto che ho un Herpes Simplex genitale in fase di remissione.

Ha detto che non c'è neanche bisogno di fare il tampone, perchè è praticamente sicura che si tratti di quello.

Mi ha detto anche di non prendere lo Zovirax, dato che ormai l'herpes lo sto superando da solo.

Mi ha detto, se avrò delle crisi simili in futuro, di prendere un antibiotico, il "Rifocin".

Cordiali Saluti.