Utente 210XXX
Buona sera,
ho 26 anni e da un anno circa soffro di prostatite, vi elenco brevemente la successione della mia sintomatologia:
- dicembre 2012: dolore all'inguine sx e testicolo sx, alla visita dallo specialista risulta una epididimite
- febbraio 2013: dalla spermiocoltura risulta una infezione da enterococcus, il medico prescrive augumentin e la successiva spermiocoltura risulta negativa, nello stesso periodo inizia bruciore/sensazione di calore all'ano.
- marzo 2013: comparsa di emorroidi di II grado di cui una trombizzata e tenesmo rettale oltre al bruciore, specialmente dopo la defecazione
- agosto 2013: leggero bruciore, arrossamento e gonfiamento alla punta del glande, sperma giallastro e getto durante l'eiaculazione non molto potente.

Ho fatto a marzo e agosto altre 2 spermiocolture complete risultate negative.
In tutto questo nel periodo tra dicembre 2012 e aprile 2013 si sono verificati circa 3/4 episodi di influenza con febbre, faringite e lingua bianca, inoltre nell'ultimo mese ho avuto 3 episodi di faringite, uno dei quali con febbre. Saltuariamente inoltre ho lievi pruriti un po in tutto il corpo.

La mia domanda sorge dal fatto che ho riflettuto su questi sintomi a proposito del fatto che nell'agosto 2009 ho avuto un rapporto sessuale protetto con una prostituta con la quale però ho avuto dei baci profondi.
I successivi rapporti sono stati protetti e senza baci. Ora mi chiedo è possibile che abbia contratto una MST dal bacio dati i sintomi che accuso, specialmente la faringite, l'arrossamento del glande e il fastidio all'ano e prurito diffuso?
Non so ad esempio la gonorrea, la sifilide, herpes, papilloma ed altre si possono contrarre con i baci? E' il caso di andare da un venerologo e fare degli esami secondo voi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,dopo 4 anni,credo proprio che non vi sia più un rapporto tra il rapporto mercenario e la sintomatologia riferita.Non resta,quindi,che seguire i consigli deloo specialista di riferimento che mi sembra corretamente orientato.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

lasci perdere i rapporti orali con la prostituta.
Il suo quadro clinico fa sospettare la presenza di una infiammazione proststo-vescicolre-epididimaria che va seguita da un andrologo o urologo, con le opportune terapie e che sparirà con tempi , purtroppo, abbastanza lunghi e fastidiosi
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per le rispste,
il mio dilemma nasce dal fatto che spulciando su internet informazione sulle malattie veneree ho letto di malattie alle quali potrei essermi esposto, ad esempio la gonorrea che riguarda sia la faringe che il pene che l'ano, tutte zone che mi stanno dando problemi, oppure l'epatite che non da sintomi evidenti per molto tempo ecc
A proposito dell'arrossamento alla punta del glande l'urologo mi ha prescritto dei detergenti e nulla più, potrebbe essere dovuta ad una causa batterica da ricercare?
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...segua pedissequamente le indicaziojni avute dallo specialsta di riferimento che ha il privilegio di poterla visitare.Cordialità.