Utente 322XXX
Salve! Come piccola introduzione preciso che vivo all’estero da 6 anni, qui la qualità del cibo è scadente e ci si arrangia come si può, scarsissimo sole, ci sono sicuramente barriere linguistiche, ma la sensazione è che la gente, i dottori non mi capiscano o prendano sul serio.
I seguenti sintomi che descriverò sono un riassunto grossolano degli ultimi anni, non riesco a collocare il tutto in ordine preciso, è passato molto tempo, in ogni caso, come cinque anni fa’, i sintomi principali sono:
-pareti del setto nasale gonfio ,lingua gonfia con molta sete ,fiato corto
-leggere fitte-crampi altezza cuore a sinistra
-dolori braccia, tendini , dolore di schiena, spalle ,tra le scapole o appena sotto
-Sensazione di svenimento e vertigini, nausea, sensazione di vomito.
-Forti mal di testa, pressione alle orecchie.
Per mancanza d’aria andai dall’Ottorino laringoiatra, constatando allergie a pollini e setto nasale deviato mi sottoposi alla correzione del setto, senza risultati alcuni. Provato medicine a base di cortisone per lungo tempo oppure solo al momento dei problemi. Provato spray asma.
Parecchio dopo i sintomi sono cominciati gli attacchi di panico, ma sottolineo, dopo i sintomi e non il contrario!

Fatto:
Esami allergie varie ed asma , sono stato da un immunologo senza risultati, ancora cortisone…
ECG qualche ora dopo una fitta forte
Portato per una settimana un apparecchio per registrare aritmie
Molteplici esami sangue
Esame tiroide
Scansione cervello con contrasto
Scansione polmoni
Visitato fisioterapista e chiropratico per la schiena

Tutti gli esami non hanno riportato problemi se non allergia al tarassaco, ma non ho mai avuto problemi diciamo nel periodo appunto delle allergie, i miei problemi sono totalmente sporadici e posso stare benissimo per settimane, o star male per 10 giorni senza interruzioni. Posso avere un “attacco” grave e breve, oppure un fastidio leggero e persistente.
Avendole ormai provate tutto sono stato anche da uno psicologo che mi conferma, di essere iperattivo ma non ipocondriaco, preso valium… sotto effetto di antidepressivi ovviamente tutto ok, difficile avere problemi quando si è sotto effetto di medicine pesanti.
Sono stato la settimana scorsa da un dottore omeopata e secondo lei, il mio problema è con la digestione lenta, ed il PH del sangue, avendo lo stomaco “pieno” gli organi spingerebbero in su polmoni e cuore dando le sensazioni di infarto, ed anche dolori al braccio sinistro, e di vomito o nausea.
Ammetto di sentirmi spesso gonfio senza motivo, i dolori alle braccia e tendini sono secondo me legati all’uso eccessivo del computer..
Se avessi problemi di cuore suppongo li avrei anche facendo sport estremo e più frequentemente… Pratico sport ogni tanto e non ho problemi a correre 10km senza fermarmi, sono sicuramente iperattivo e non riesco a star fermo un secondo.m

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
non comprendo per quale motivo lei dovrebbe avere problemi cardiaci, visto che tutto i sintomi che riporta non hanno nulla a che vedere con il cuore....
Se siano dovuti solo all'ansia o meno non sò dirglielo, ma sicuramente mi sento di escludere che dipendano dal cuore. Farebbe bene però a scendere di peso.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Salve dottor Rillo grazie per la risposta.

Onestamente le fitte al petto, e il dolore al braccio mi hanno sempre fatto pensare a qualcosa si circolazione o cuore,perche ho sempre pensato che lo stomaco o la digestione non potessero portare a tanti fastidi...e' possibile spostare la discussione nella sezione giusta?

Cordiali saluti