Utente 322XXX
Gentilissimi, sono stato un utlizzatore del minoxidil 5% con buoni risultati dal 2007 al 2010.Dapprima con un galenico poi con un industriale.dal terzo anno utilizzando un industriale al posto del galenico ho avuto dei fastidi non di poco indifferenti che mi hanno portato con il tempo a dolori al petto e tachicardia. Conseguente è l'ansia che provavo a seguito di questi sintomi per non parlare dell'agitazione.
Putroppo non mi rendevo conto che era il minoxidil pensando che era stress, sicchè ho proseguito con questi fastidi per ben 11 mesi, quasi un anno.quando mi sono accorto che era il minoxidil ho sospeso per poi abbandonarlo.(tuttavia mi preme dire che in quell'anno se provavo il galenico questi problemi non li avevo, oggi invece si) Da allora ogni volta che ritento di usarlo, anche nelle vecchie versioni galeniche,ho questi tipo di reazione. come mai? prima con il galenico non avevo problemi. può succedere dopo anni di diventare intolleranti? Confesso che mi ha lasciato una sensazione di ansia e agitazione che ho smaltito dopo qualche anno, in particolare nel sonno. (dopo quasi un anno con tachicardia e dolore al petto era come essersi abituati psicologicamente anche senza l'uso del farmaco)
HO fatto l'holter ed è tutto ok, e anche l'elettrocardiogramma fatto durante una visita cardiologica è ok.
Se non lo metto ora sono ok, ma non capisco se non ho problemi il vero motivo di non poterlo più utilizzare. Mi piacerebbe riutilizzarlo ma mi rendo conto che ormai ho questo fastidioso effetto collaterale.
Sottolineo il fatto che faccio sport regolarmente e non ho mai avuto alcun tipo di problema.
Ringrazio e porgo i miei più cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alfonso Alfieri
24% attività
0% attualità
0% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Il Minoxidil è un farmaco vasodilatatore ed in quanto tale, soprattutto nei soggetti normo od ipotesi, può evocare una tachicardia "riflessa". Può capitare di avere, inoltre, anche a distanza di tempo dal primo utilizzo, una reazione "pseudoallergica". Purtroppo quando viene fuori questa sensibilizzazione ad un farmaco io ne sconsiglierei l'utilizzo.
Non ha descritto l'eventuale presenza di fattori di rischio associati, ma il dolore toracico andrebbe comunque indagato con un elettrocardiogramma da sforzo e non con un semplice tracciato a riposo, che può risultare normale anche in caso di problemi coronarici, pur essendo lei uno sportivo giovane.
La saluto cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
cosa intende per fattori di rischio?Eseguirò l'elettrocardiogramma da lei suggerito.
Volevo sapere se avendo proseguito per quasi un anno con questi fastidi al petto potrebbe aver creato complicazioni o meno....
tenga conto che senza l'utilizzo sto bene, anche se , come detto ho avuto un periodo di problemi di insonnia e un pò di agitazione.ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Alfonso Alfieri
24% attività
0% attualità
0% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Salve. Per fattori di rischio si intendono delle condizioni predisponenti all'aterosclerosi quali il diabete, il fumo di sigaretta, le dislipidemie ecc.
Per quanto attiene al pregresso uso del farmaco stia tranquillo, difficile possa averle causato danni.

Cordialità