Utente 108XXX
Salve. Circa 10 giorni fa, in vacanza, facendo la doccia ho sentito una pallina (più o meno come la metà di un fagiolo, poco più grande) sull'esterno dell'ano, a destra. Premetto che in passato ho sofferto di stitichezza (non fissa, ne esagerata, a periodi) e che molti anni fa il medico mi trovò un piccolo "polipetto" a cui non diede importanza.
Talvolta, defecando, mi usciva un pò di sangue (colpa del polipetto o di emorroidi interne?...non saprei)...evento che negli ultimi tempi (2 anni) è ormai rarissimo e concomitante con qualche sporadica defecazione difficoltosa.
Peraltro, da più di un anno, ho modificato la dieta e mangio più fibre, verdure e bevo di più e sono riuscito a regolarizzare meglio l'intestino.
Questa pallina, tra l'altro, è spuntata all'improvviso e non dopo uno sforzo durante la defecazione visto che andavo in bagno normalmente (e con feci morbide). Sarà forse per via del caldo ?.
A distanza di 10 giorni questa pallina è sempre lì, all'esterno (manualmente non rientra), il colore è indefinito (non scuro comunque): ho usato proctolyn per qualche giorno ma mi irritava e sono passato a proctosedyl, che mi sembra più tollerante. La situazione non è ne migliorata, ne peggiorata. Non sanguina mai, ne da dolori forti...solo una sensazione, più o meno persistente, di fastidio/"presenza" che va un pò intensificandosi nell'arco della giornata (al mattino appena sveglio mi sembra più sgonfia e mi da meno fastidio).
Oggi ho iniziato ad usare Daflon 500. Tra una settimana ho appuntamento col medico di base a cui spiegherò il problema. Nel frattempo vorrei qualche consiglio/delucidazione:
posso continuare ad usare la crema proctosedyl e Daflon?
... ci sono altre creme migliori da usare (ho letto che Avenoc è ottima)?
Si tratta di emorroide esterna o di eritema/edema perianale?
..in questi casi quanto tempo occorre perchè si sgonfi/sparisca del tutto?
....sarà necessaria la visita da uno proctologo ed eventuale intervento ambulatoriale e/o chirurgico?...

Grazie mille per l'attenzione!
Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi di una papilla anale ipertrofica,
assolutamente benigna,
ma ... dati i limiti del consulto via web che "non vede",
prima di ogni iniziativa terapeutica è necessaria la visita medica diretta!

Prego
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera, ma questa papilla anale, nel caso fosse confermata, cosa comporta?...nel senso che può regredire da sola o servono farmaci o pomate apposite? ...oppure si risolve totalmente solo con operazione chirurgica?....sono curioso in quanto, malgrado non senta molto dolore, è senz'altro fastidiosa e l'idea di doverci convivere per molto tempo (o addirittura per sempre) non è proprio il massimo della vita. Aspetto la visita del mio medico curante per capire il da farsi. Grazie ancora. Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Non comporta nulla di grave,
se particolarmente voluminosa o fastidiosa,
può essere asportata.

Naturalmente è un'ipotesi via web da confermare con visita proctologica diretta.

Prego
[#4] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi ancora. Pochi mesi fa ho fatto (tra le altre analisi) un'ecografia inguinale per escludere un'ernia (avevo dei dolorini al basso addome) ..l'ecografia è stata negativa solo che l'ecografista, pur non dandone peso, scrisse nella diagnosi "presenza di qualche LINFONODO NORMOSTRUTTURATO DI CARATTERE REATTIVO.".
Poco tempo dopo il medico di base, durante una visita, ha palpato a fondo la regione inguinale ma non ha dato peso a questi linfonodi. Ad oggi non sento dolori o bruciori all'inguine e provando a palpare non sento noduli. Siccome ho fatto ricerche sul web (ho questo brutto vizio di natura "ipocondriaca") ho letto correlazioni tra emorroidi o tumore dell'ano e ingrossamento dei linfonodi. In caso di patologie tumorali come si presentano tali linfonodi? ...possono infiammarsi in caso di semplici emorroidi/ragadi/polipi ? ..grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Lasci stare ... non si confonda autolesionisticamente le idee.
La soluzione è ... farsi visitare!

Prego
[#6] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Si, ha perfettamente ragione, inutile arrovellarsi con ipotesi o congetture. Per non saper ne leggere e ne scrivere ho fissato una visita privata (24 settembre) con uno proctologo senza passare per il mio medico curante. Dopo la visita le farò sapere il risultato. Grazie ancora, saluti.
[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Cordialità
[#8] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore, la disturbo per un aggiornamento. Oggi, per la prima volta, grazie ad uno specchietto e alla luce del sole sono riuscito a vedere chiaramente la "pallina" di cui le parlavo. E in realtà non è una pallina, sembra proprio una vena "arrotondata" (di circa 1 cm o poco più), anche per consistenza e per la colorazione vagamente bluastra all'interno. A questo punto, a prescindere dalla visita che farò a breve, lei propende più per l'ipotesi di una papilla anale o può trattarsi di un'emorroide prolassata? ...grazie ancora!
[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il colore blu fa propendere per un gavocciolo emorroidario,
... come vede è proprio necessario dover osservare!

Prego
[#10] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera.
Finalmente ho effettuato la visita proctologica.
Il medico mi ha trovato una piccola ragade (che ho da molti anni).
Mi ha detto di usare ANTROLIN per 15 giorni, per 2 volte al giorno, nel momento in cui dovesse ripresentarsi il sanguinamento.

Per quanto riguarda la "pallina" (che col tempo si sta rimpicciolendo) non mi ha detto nulla....ha solo detto che si è trattato di un episodio di "trombosi emorroidaria"....

In tal proposito avrei qualche domanda:

- La trombosi emorroidaria si riduce col tempo fino a scomparire oppure rimarrà sempre questa "pallina" all'esterno dell'ano? ...al momento non mi da fastidio, solo raramente un pò di prurito o sensazione di "presenza".

- In farmacia mi è stato consigliato ANESTIN per la pulizia intima. Va bene come prodotto o c'è qualche altro prodotto da poter utilizzare ?

- Dal punto di vista alimentare, il medico mi ha detto solo di evitare il vino rosso (io non bevo proprio, quindi no problem). Ma per quanto riguarda le spezie? il caffè ? il cioccolato?....devo solo limitarli oppure meglio proprio evitare?

Grazie ancora.
[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
<< La trombosi emorroidaria si riduce col tempo>>
Si

<<Va bene come prodotto o c'è qualche altro prodotto da poter utilizzare ?
non è possibile fornire indicazioni terapeutiche su prodotti commerciali
http://www.medicitalia.it/02it/guida-consulti.asp

<<a per quanto riguarda le spezie? il caffè ? il cioccolato?...>>
grassi, fritti e soprattutto alcol e spezie possono favorire la riacutizzazione dei sintomi.

Prego