Utente 296XXX
Buongiorno, da qualche tempo percepisco un dolore all'altezza del cuore. Più che un dolore è una sensazione di fastidio come un dito puntato sul cuore. Assieme a questo fastidio sento come la gola stringersi.
ciò accade durante il giorno, la notte dormo tranquillamente e se mi distraggo il dolore sembra sparire o almeno io non ci faccio caso.
Premetto che ho fatto sia un elettrocardiogramma che un ecocardiogramma e tutto è risultato nella norma.
Mi devo preoccupare? è il caso di fare ql esame aggiuntivo?

grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, non deve preoccuparsi e non è il caso che al momento faccia altro....se non tranquillizzarsi.
saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Grazie e buon lavoro!!!!!

[#3] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi se la disturbo ancora ma i dolori continuano... non ho altri sintomi ma questa strana sensazione di dolore che mi viene qualche volta all'atezza dello sterno o poco sotto lo sterno. Ho cercato di farci caso ma non mi viene quando faccio sforzi ma quando sono tranquilla... il medico mi aveva detto, dopo aver fatto eco e ecg, di fare eventualmente un ecg sotto sforzo... ma non mi succede quando faccio uno sforzo...

mi potrebbe dare un consiglio?

grazie!

[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, se il problema cardiaco è stato escluso dalle indagini fatte, l'unico test che rimane per completezza è proprio il test da sforzo, anche se effettivamente la comparsa in condizioni di riposo, come avevo già fatto intendere, depone per un'origine non cardiaca (potrebbe ad esempio trattarsi di reflusso gastroesofageo).....
Comunque forse per precauzione fare il test è auspicabile.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la sua risposta! io ho la netta sensazione che ci sia una componente di ansia.... c'è un modo per capire se si tratta di questo senza fare il test da sforzo?
se fosse ql cosa di cardiaco non avrei altri sintomi? sudorazione, palpitazioni....

grazie di "cuore"!
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, non ci sono altri modi...
[#7] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la sua risposta! ormai la mia impegnativa è scaduta... ma se dovessero sparire potrei evitare di farlo? scusi ma sono molto ansiosa soprattutto in questo periodo...


grazie!!!

[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi non so cosa dirle....sembrerebbe che lei voglia sentirsi dire delle cose che le fanno piacere....
[#9] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
certo che si! ovvio che preferisco cose che mi fanno piacere... un medico aiuta anche a tranquillizzarsi... no?
[#10] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, cara signora, un medico deve esprimersi in base a criteri scientifici per dire a un paziente cosa deve o non deve fare....La tranquillità deriva dal sapere che un medico ha agito correttamente nell'interesse della salute del proprio paziente e non se ha prescritto o meno indagini o terapie per fargli piacere ....
Se vuole tranquillità a prescindere allora non deve rivolgersi a un medico meritevole di tale denominazione.