Utente 469XXX
Salve dottore,
avrei un paio di domande da sottoporre alla sua attenzione. Premesso che io dormo sempre "sul fianco" noto una particolare difficoltà a dormire sul fianco dx, quasi una difficoltà di respirazione. Può avere qualcosa a che vedere con il mio "emiblocco al ventricolo sx"?. Non ho mai avuto problemi e non ho mai capito bene quale sia la disfunzione ma per quello che ne so sono così dalla nascita.
Inoltre: come mai ho il battito cardiaco sul polso dx? (di solito non è a sx?). Infatti alcuni medici si sorprendono della cosa.
So che sono solo curiosità ma sarei lieto di soddisfarle.
Grazie mille e buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Diciamo innazitutto che il termine emiblocco anteriore sinistro in realta' non descrive una blocco nella conduzione elettrica del cuore ma piuttosto uno spostamente dell 'asse elettrico del cuore, cosa frequente ad esempio negli ipertesi.
Nulla di preoccupante.
Per cio' che riguarda il secondoi quesito questo non e' chiaro, nel senso che se ha entrambe le mani attaccate (cosa che presumo, dal momento che sta battebndo al computer) significa che entrambe sono irrorate dal sangue. Quindi il polso arterioso e' presente certamente ad untrambe i polsi radiali. Puo' essere magari piu' o meno difficoltoso rilevarlo in base al decorso, ma stuia tranquillo che ha un polso radiale anche a sinistra
[#2] dopo  
Utente 469XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille, dottore, per la risposta decisamente "simpatica".
Era solo una curiosità dal momento che ogmi volta che vengo visitato i medici "cambiano" polso.
Salutoni e grazie ancora.