Utente 323XXX
buonasera. Il mio problema è se usare le calze antitrombo oppure no. Poco tempo fà, ho effettuato un eco-doppler perchè mi si gonfiano spesso le gambe, sia quando sto molto seduta (come in aereo) e sia quando cammino molto. Non hanno riscontrato nulla, ad esclusione di un problema al microcircolo dovuto ad un eccesso di adiposità (cellulite). Prendo estrogeni a causa di cisti ovariche già asportate più volte ed una è scoppiata da sola. Che tipo di calze devo usare per viaggiare e per quando cammino molto? Soffrendo di iperidrosi, le calze collant, come le 70 denari e similari, mi fanno sudare in maniera esagerata. Ringrazio in anticipo per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
20% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente
le cosiddette calze "antitrombo" sono particolari calze elastocompressive utili nel periodo di immobilità peri operatoria o di altro genere.
Le calze elastocompressive terapeutiche sono indicate per particolari forme di insufficienza venosa e/o linfatica e vanno prescrite, cosi come i farmaci, da un medico.
Nel suo caso, un medico deve decidere, sulla base della visita e dell'esame ecocolordoppler, di che tipo di calza lei abbia bisogno eventualmente , per i periodi di attività o di immobilità.
Per quanto riguarda poi che tipo di calza (gambaletto, calza coscia o collant), si può dire che l'efficacia elastocompressiva si arresta alla radice della coscia e, la scelta del collant o della calza coscia è di pertinenza esclusiva del paziente.
a disposizione