Utente 286XXX
Ho 34 anni, sollevo pesi come routine sportiva, carichi pesanti (distensioni con 90 kg. su panca, squat con 110/115/120 kg., superset fino allo sfinimento muscolare, ecc.) inoltre abito al terzo piano di un palazzo senza ascensore, quindi giornalmente faccio in continuazione 3 piani di scale portando anche le buste della spesa, due casse di acqua x volta e anche la legna x la stufa. Tutto ciò premesso per significare che a seguito di queste attività pesanti non ho mai avvertito dolori al torace o strani sensi di oppressione al petto, eseguo il tutto senza alcun problema, a parte i normali dolori muscolari post allenamento e le continue infiammazioni e contratture muscolari alle quali ormai, aimhe, sono ben abituato. Ora, in diverse occasioni della mia vita, l'ultima ieri sera, in seguito a uno stress emotivo (forte arrabbiatura) mi sovviene un dolore toracico dal lato destro del petto all'altezza della succlavia con un leggero irradiamento alla base del collo sempre lato dx che tende a sparire nel giro di un minuto (forse 2). Devo comunicare che assumo da parecchi anni 3 dosi di xanax da 0,50 al dì per via di stati d'ansia dei quali ho sempre sofferto, inoltre in particolari periodi di stress o in stagioni particolarmente calde o dopo un duro allenamento mi capita di avvertire, a riposo, delle extrasistole, ma sono episodi sporadici. Ora io avrei ipotizzato una sindrome da angina e per questo in settimana provvederò ad eseguire un ecg sotto stress e un ecografia al cuore, la mia domanda x voi gentilissimi medici è la seguente: è possibile che si tratti di angina, visto il quadro giornaliero di sforzi fisici che affronto senza difficoltà? É mai possibile che si manifesti solo sotto stress emotivo e non con carichi impressionanti come quelli che sollevo di routine? Altre spiegazioni? Grazie x le eventuali risposte. Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' molto improbabile che la sintomatologia da Lei descritta possa essere attribuita ad un problema cardiaco, ed i prossimi esami cui si sottoporrà (uniti -spero- ad una visita specialistica cardiologica) lo potranno agevolmente confermare.
E' invece verosimile che si tratti di una cervicobrachialgia, accentuata e forse causata dall' intensa attività fisica da Lei svolta che potrebbe sottoporre, direttamente o indirettamente, ad eccessivo stress il sistema muscolare ed osteoarticolare di quella regione.
Cordiali saluti