Utente 261XXX
Egr. Dottori
ho avuto un infarto nstemi con coronarie libere 4 anni fa.
Ho preso la cardioaspirina fino ad un anno fà .poi ho avuto problemi allo stomaco con gastrite erosiva grave, polipi,ernia iatale reflusso.ho provato clexane, tiklid,plavix(m isono coperta di lividi negli arti)e tutti gli antiaggregnti esistenti, ma tutti peggiorano la situazione gastrica.ora da un anno sto meglio con lo stomaco, ma se riprendo un antiaggregante mi risento male, lo stomaco è diventato dlicatissimo,anche per altri farmaci.
Un cardiologo mi ha detto di usare il cerotto venitrin, ma puo sostituire gli antiaggreganti piastrinici o per lo meno di essere di aiuto?
Io prendo inoltre medicine per l'ipertensione e il diabete mellito da 15-20 anni che però non mi hanno mai dato fastidio.
Grazie,
per cortesia rispondetemi , non so che fare ma qualcosa lo devo riprendere, ho già rischiato un anno
spero che mi rispondiate, grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il venitrin e gli antiaggreganti sono 2 molecole assolutamente differenti e non sovrapponibili. Se lei necessita di terapia antiaggregante (ed è altamente probabile) può provare ad associare un protettore gastrico, ma differentemente il venitrin non può sostituire l'effetto di un antiaggregante.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
Egr. Dottore
io ho preso sempregli antiaggreganti associati a gastroprotettori ( dal pantorc 40 , e tutti gli altri simili + anche a volte riopan etc), ma mi hanno rovinato lo stomaco ugualmente, per questo me li hanno tolti.
Mi avevano dato il ginko biloba che dicono è un antiaggregante naturale(ovviamente tanti ci ridono su)
grazie della risposta ,dovrei prendere gliantiaggreganti per il cuore ma non posso prenderli per lo stomaco .
ne è uscito qualcun altro non gastrolesivo?
grazie ,per favore mi risponda ancora
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
...ma i farmaci antiaggreganti, soprattutto quelli come la cardioaspirina che sono già di per sè "gastroprotetti", in genere non sono direttamente responsabili di "gastrolesività", ma possono peggiorare patologie gastriche già presenti (perchè possono dar luogo a fenomeni emorragici)....
Quindi credo proprio che lei avesse già la gastrite e gli antiaggreganti la pongono solo a maggior rischio emorragico, rischio che può essere contenuto dall'uso di protettori gastrici....
Se rinuncia completamente agli antiaggreganti aumenta notevolmente il suo rischio cardiovascolare e la gastrite continuerà comunque ad averla.....
Saluti