Utente 173XXX
Gentili medici,
ho 50 anni, miope elevata,, operata con PRK nel 1996.
Sino al 2010 visione perfetta 10/10 poi pian piano è ritornata la miopia (-3 + 0,75 di astigmatismo) e glaucoma (terapia con timogel).
La scorsa settimana a seguito di una visione completamente distorta ,mi sono recata al pronto soccorso e dopo fluorangiografia e OCT mi hanno diagnosticato la rottura delle membrane di Bruch.
Sarebbe escluso un CNV. .
A questo punto ho consultato due oculisti : uno mi ha consigliato un ciclo di iniezioni intravitreali con Lucentis l'altro mi ha detto che con la rottura delle membrane di bruch non si fa nulla a parte un monitoraggio della situazione e che non ci sono le indicazioni per il Lucentis.
Sono disorientata, consulto sempre due medici di ospedali diversi quando devo affrontare una patologia ma le opinioni son o completamente contrastanti!
Cosa ne pensate?
Vi ringrazio anticipatamente della risposta
Isabella
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
isabella buongiorno
al congresso mondiale di Euretina 2 settimane fa ad Amburgo si e' proprio parlato dell'utilita' di utilizzare una molecola anti VEGF nelle forme di maculopatia miopica, il farmaco utilizzato e sperimentato in molti centri clinici internazionali con SUCCESSO
era proprio il Lucentis.
Buona giornata
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2006
Gentilissimo dr. Marino,
la ringrazio per la Sua celere e gentile risposta ma oggi sono ancora più disorientata, Le spiego:
A seguito del ricovero, dopo la fluorangio e l'oct, hanno deciso di eseguirmi una prima iniezione intravitreale con il Lucentis.
Venerdì sono stata dimessa ed ho consultato il mio oculista il quale mi aveva detto che non essendoci CNV si poteva non eseguire le ulteriori due Intravitreali e che non avrebbe fatto nemmeno la prima..
Quindi ero indecisa sul proseguirsi della terapia.
Oggi, però, mi sono recata in ospedale per il controllo post-intravitreale ed il mio visus è risultato peggiorato di due diottrie (il giorno dopo l'intervento era perfetto).
Quindi avrebbero deciso di sottopormi entro 25 giorni ad altra somministrazione di Lucentis.
Mi hanno detto che l'emorragia si è allargata , ma che significa? Ne ho avuta un altra a due giorni dall'intervento?
Non è strano?
E' veramente la terapia giusta per il mio caso
Cosa mi consiglia ?
Cordialmente Isabella


[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
ISABELLA MI MANDI PER PIACERE SUOI ESAMI

PROFLUIGIMARINO@GMAIL.COM
[#4] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2006
Salve prof. Marino,
appena sarò in possesso della documentazione sarà mia cura inviarla, ci terrei molto alla Sua opininione , ma purtroppo credo che ci vorranno un bel pò di giorni.
Mi hanno ricoverata e tutte le indagini sono state effettuate in ambito aspedaliero, ho richiesto la cartella clinica e i tempi di attesa sono di 20 giorni!
Questa tempistica, che pare sia inevitabile, non mi consente di effettuare altri consulti e capire nel più breve tempo possibile cosa mi è successo .
Inconvenienti del Sud....
Grazie della Sua disponibilità
cordialmente
Isabella




[#5] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2006

Gentilissimo Prof. Marino,
Le ho appena trasmesso la copia dei miei esami, resto in attesa di un Suo gentile parere.
Cordialmente
Isabella