Utente 369XXX
buongiorno, chiedo in merito alla domanda in oggetto, in quanto essendo stato sottoposto a gennaio 2013 ad intervento di nefrectomia radicale destra per un carcinoma renale a cellule chiare di cm4, desideravo sapere se il valore 1.45 della creatinina riscontrato nelle ultime analisi del sangue rientra nei limiti consentiti per la funzionalità dell'unico rene esistente.
So che il valore massimo è 1.30, avendo superato anche se di poco il limite chiedevo se tale eccesso rientra nella norma visto che ho un solo rene che deve compensare il lavor di quello mancante. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
0% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Un valore di 1.45 è indicativo di insufficienza renale cronica di grado lieve. Tenga presente che sono necessari dei mesi affinché i meccanismi di adattamento si mettino in moto e quindi il rene rimasto si ipertrofizzi. Il meccanismo dell'ipertrofia, tra l'altro, purtroppo non è sempre presente, in particolare nei pazienti ultra quarantenni.
Quando ha effettuato gli esami ematochimici?
Ad ogni modo si faccia seguire da un nefrologo, le indicherà le terapie più adeguate al suo caso
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2007
Circa un mese fa
[#3] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
0% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Dunque essendo trascorsi diversi mesi dall'intervento è probabile che questa sia la sua reale creatinina. Nulla di preoccupante ma si faccia comunque seguire da un nefrologo.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2007
Chiedo scusa, ho dimenticato di far presente che sono stato alla visita di controllo dall'oncologo in cui sono in cura il quale mi ha riferito che essendo un solo rene il livello di creatinina e' perfetto secondo il calcolo della cleaence, volevo soltanto sapere se potevo star tranquillo essendo. Grazie e cordiali saluti.