Utente 282XXX
Salve,
ho 18 anni, sono uno sportivo agonista (3 allenamenti settimanali da 4 ore l' una + 3 sedute leggere da 1-2 ore) e da un anno ormai le mie erezioni sono molto deboli.
Inizialmente, circa un anno fa, in seguito ad una dieta per la perdita di peso, sono restato senza mai masturbarmi per più di 3 mesi, senza quasi rendermene conto: la libido era calata parecchio. Poi ho iniziato ad usare sotto consulto endocrinologo (per stabilizzare i valori ormonali e eliminare l' anemia carenziale, che si è visto avevo), Ezerex (1 bustina al giorno), Ergodyn (2 capsule), Kelofer C (1 bustina), Syrel (selenio, 1 capsula). Sono tornato a mangiare normale e a riprendere le masturbazioni, 1 al giorno o ogni 2 giorni, ma l' erezione è sempre stata scadente: il pene non è mai eretto, si abbassa se non lo tengo in mano e non è per niente duro. La libido è bassa e per raggiungere l' erezione devo per forza stimolare il pene con il tatto. Le erezioni spontanee sono rare e avvengono quasi esclusivamente la notte ed al mattino appena sveglio, ma appena mi alzo spariscono. Prima invece bastava pochissimo per eccitarmi, il desiderio sessuale era molto acceso e l' erezione perfetta. Ci tengo a precisare che anche in precedenza mi allenavo come faccio ora e che il mio stile di vita è sano: dormo 8-9 ore, non fumo, non consumo alcolici, bevo molto e mangio bene.
Riporto le ultime analisi sanguigne eseguite meno di un mese fa (tra parentesi vi sono i valori considerati nella norma dal laboratorio di analisi):

Sideremia= 93 ug/dl (59-158)
Glicemia= 81 mg/dl (70-105)
Testosterone= 2,81 ng/ml (2,8-11)
Testosterone free= 38 pg/ml (40-200)
FSH= 2,1 mIU/ml (0,95-11,95)
LH Lueteotropina= 1,79 mIU/ml (0,57-12,7)
17Beta Estradiolo= <10 pg/ml (11-44)
Prolattina= 11,71 ng/ml (3,46-19,40)
Ferritina= 104,66 ng/ml (22-275)
FT4 - Tiroxina libera= 0,94 ng/dl (0,70-1,48)
hGH- ormone somatotropo= 0,66 ng/ml (0,02-1,23)
SHBG= 45 nmol/L (13-71)

Emocromo con formula
WBC= 4.73 k/uL (4.60-10.2)
NEU= 1.97 (2.0-6.9) 41.7% N (37-80%)
LYM= 2.16 (0.60-3.4) 45% L (10-50%)
MONO= 0.408 (0.0-0.9) 8.63% M (0-12%)
EOS= 0.108 (0.0-0.7) 2.28% E (0-7%)
BASO= 0.077 (0.0-0.20) 1.64 % B (0-2.5%)

RBC= 4.78 M/uL (4.04-6.13)
HGB= 14.6 g/dL (12.2-18.1)
HCT= 43.1% (37.7-53.7)
MCV= 90.1 fL (79-97)
MCH= 30.4 pg (25-31.2)
MCHC= 33.8 g/dL (31.8-35.4)
RDW= 12.9 % (11.6-18.0)

PLT= 211 K/uL (142-424)
MPV= 9.12 fL
PCT= 0.193% (0.0-0.99)
PDW= 18.8 10 GSD (10.0-99.9)

La mia domanda è questa: ci potrebbe essere una relazione tra i miei valori ormonali (quasi tutti nella norma, ma alcuni come il testosterone libero sotto il limite basso) e la mia situazione a livello di erezione, libido ed eccitazione? Si può parlare di ipogonadismo nel mio caso, oppure no? Cosa potrei fare per aumentare il testosterone e gli altri valori bassi (ovviamente solo se è da ciò che dipende la mia situazione)?
Ho anche effettuato una ecografia a pene e testicoli ed è risultato essere tutto nella norma.

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la normalità dei reperti ecografici credo confermi la normalità dello esame obiettivo che esclude,credo,un ipogonadismo evidente.I valori ormonali sono ai limiti inferiori della normalità e,per un completameto diagnostico sarebbe utile anche eseguire uno spermiogramma.Solo allora si potrà pensare di impostare una terapia e di valutare gli aspetti sessuologici che sono caratteristici della giovane età,e non solo.E' stato visitato da uno specialità?Ci aggiorni.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Innanzitutto grazie per la risposta.
Le riporto il referto dell' ecografia scrotale che ho eseguito:
''Nella norma lo spessore delle borse scrotali.
I didimi sono in sede, di dimensione nella norma, simmetrici. I margini sono regolari e l' ecostruttura è omogenea, in assenza di alterazioni a carattere diffuso o di lesioni focali. Regolare la morfologia degli epididimi. Non idrocele.
Non dilatazione dei plessi venosi pampiniformi.
Didimo dx cm. 4.4 x cm. 2.1
Didimo sx cm. 4.5 x cm. 2.0
Conclusioni diagnostiche: reperti ecografici nella norma.''

Sono stato visitato da un endocrinologo poco meno di un anno fa in quanto, dopo aver effettuato delle analisi sanguigne, alcuni valori ormonali (tra cui anche il testosterone) erano risultati essere inferiori alla norma. Allora mi ha fatto effettuare una ecotomografia tiroidea e ne è venuto fuori che la tiroide era a profili lobulati e con dimensioni nei limiti superiori della norma, l' ecostruttura disomogenea per la presenza di areole ipoecogene e strie iperecogene. Mi ha prescritto quindi la seguente cura: Ezerex (1 bustina al giorno), Ergodyn (2 capsule), Kelofer C (1 bustina), Syrel (selenio, 1 capsula). L' integratore di ferro mi era stato prescritto in quanto avevo un' anemia carenziale e il medico mi ha inoltre consigliato di assumere degli amminoacidi in bustina nei giorni in cui gli allenamenti fossero stati molto impegnativi e stressanti.
L' endocrinologo riteneva che la disfunzione erettile fosse dovuta ai livelli ormonali bassi e che sistemati quelli tutto sarebbe tornato alla normalità. Devo dire che i risultati ci sono stati, dato che nel periodo precedente all' assunzione degli integratori che mi sono stati prescritti non avevo mai erezioni spontanee, non mi saltava nemmeno per la testa di masturbarmi o di fare sesso e se ci provavo non riuscivo a raggiungere un' erezione sufficiente e nemmeno l' eiaculazione e l' orgasmo, ero molto pallido e sentivo sempre freddo (credo a causa dell' anemia), per di più mi stancavo facilmente e avevo una percentuale di massa grassa addirittura inferiore al 4% misurata da un bioimpedenziomentro ospedaliero (potrebbe influire negativamente sull' erezione una percentuale troppo bassa di massa grassa?). Ora sto molto meglio, l' anemia è scomparsa insieme al pallore, sono energico, la massa grassa è intorno al 12%, riesco a raggiungere l' orgasmo ed a eiaculare senza problemi, ma l' erezione non è come quella di 2, 3 e 4 anni fa (prima che si presentassero tutti i problemi), anzi è molto debole: il pene non riesce a stare in posizione eretta da solo, non è duro, l' erezione è difficile da raggiungere e il desiderio sessuale basso.
L' endocrinologo che mi visitava è uno tra i più bravi della mia zona ed è stato lui stesso dopo un certo periodo di integrazione a dirmi di interromperla in quanto ormai ero in perfetta salute, i valori che erano bassi ora si erano alzati e i miglioramenti che avevo in termini di erezione e desiderio sessuale l' hanno portato a dire che sarebbe tornato alla normalità anche tutto ciò che riguarda la sfera sessuale. Però così non è stato, infatti il livello di testosterone più che aumentare progressivamente ora è di nuovo basso. I miei problemi erettivi potrebbero essere dovuti, quindi, solo al fatto che il livello di testosterone è piuttosto basso? Il testosterone non è quello che regola il desiderio, l' erezione e la soddisfazione sessuale?
Se necessario provvederò ad eseguire lo spermiogramma.
La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non ha senso,a 18 anni,riferirsi allo stato relativo a 3 anni prima in quanto era in piena fase di sviluppo...Il dispendio calorico di un rapporto sessuale è pari ad una rampa di scale...Le erezioni spontanee,mattutine e notturne,non hanno alcun valore diagnostico in quanto non legate alla eccitazione sessuale...Lo spermiogramma rappresenta un indice molto attendibile di funzionalità del testosterone...Ci aggiorni,se ritiene,dopo l'esito dello spermiogramma.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Cosa c' entra il dispendio calorico di un rapporto sessuale con la mia domanda? Io chiedevo se una percentuale di massa grassa molto bassa possa avere influenza sull' erezione, o meglio se un soggetto eccessivamente magro può avere un' erezione debole a causa della sua magrezza.
Non è paragonando il mio stato attuale con quello relativo a 2-3 anni fa che nascono in me dubbi ed incertezze, ritengo invece la mia erezione debole a tal punto da non poter riuscire ad avere un rapporto sessuale e credo non sia nella norma nemmeno il fatto che una persona di 18 anni riesca a raggiungere l' erezione, che è sempre parziale, solo stimolando per molto tempo con il tatto il pene. Per questo motivo credo che ci sia qualche problema, non perchè 2, 3 o 4 anni avevo un desiderio più acceso.
Vedrò di effettuare al più presto lo spermiogramma.
La ringrazio di nuovo.
[#5] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Ho effettuato lo spermiogramma e riporto i valori del liquido seminale. Tra parentesi tonde i valori normali.

Quantità: 3.5 ml (2-6)
Colore: Avorio (avorio)
Aspetto: Torbido (torbido)
pH: 7.4 (7.2-8)
Fluidificazione: completa in 60 min. (completa in 60 min.)
Viscosità: Normale (normale)
Numero Spermatozoi/ml: 120 milioni (>20)
Numero totale Spermatozoi: 420 milioni (>40)
Motilità (a+b>50% oppure a>25%)
a) Motilità progressiva rapida: 36%
b) Motilità progressiva lenta: 22%
c) Motilità non progressiva: 11%
d) Immobilità: 31%
Forme normali: 64% (>30%)
Forme bicaudate: 11
Forme appuntite: 16
Forme ipertrofiche: 6
Forme amorfe: 3
Emazie: rare
Leucociti: 0,7 milioni (<1)
Cellule germinali immature: 2,3 milioni (<5)
Cellule squamose, detriti: rare

E' tutto nella norma, quindi non c' entra niente la disfunzione erettile con il valore del testosterone basso?
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…un esame seminale normale è un altro elemento che esclude qualsiasi forma di ipogonadismo,primitivo e/o secondario.Le ribadisco,per non tornarci più,che il problema non i siede nei valori del testosterone,bensì nel non consolidato equilibrio psico-fisico-sessuale che,proprio alla sua età,può essere incostante.Se proprio vuole uscire dal tunnel,si allontani,per un po' di tempo,da internet e ne approfitti per consultare un esperto andrologo che eseguirà anche un ecodoppler penieno per completare la diagnosi ed evitare voli di fantasia dannosi e controproducenti.La inviterei,infine,ad usare toni più consoni al ruolo che ricopre in un forum medico ove,fino a prova contraria,il tecnico è il medico ...Cordialità.